Per il terzo anno consecutivo, Contactlab inclusa nella SPARK Matrix™ CDP di Quadrant Solutions

Un nuovo riconoscimento per la piattaforma. Quadrant Solutions nomina per il terzo anno consecutivo Contactlab tra i principali partner tecnologici per progetti di Customer Data Platform. Per richiedere il report leggi qui.

Grazie alle raffinate e complete funzionalità di gestione del dato incluse nella Marketing Cloud, Contactlab compare nella SPARK Matrix™: Customer Data Platform (CDP), 2022.

Le principali caratteristiche della piattaforma riconosciute dall’analista sono:

  • Unique customer view: profili unici per ogni singolo contatto risultanti dall’integrazione dei dati raccolti sui diversi touchpoint online e offline come programmi loyalty, navigazione web, ecommerce, negozio fisico, etc.
  • Arricchimento dei profili con statistiche e informazioni predittive: RFM, CLV, email engagement, e algoritmi personalizzabili.
  • Profilazione e segmentazione avanzata: audience basate su dati demografici, comportamentali e predittivi frutto di elaborazioni BI.
  • Disponibilità immediata dei dati per un’activation in tempo reale: marketing automation, campagne multicanale, email transazionali, servizio clienti, etc.

Una CDP ingegnerizzata e pensata fin dalla sua ideazione e dal suo disegno per dialogare automaticamente con strumenti di spedizione, permette ai brand di non perdere un attimo e utilizzare i dati raccolti e integrati nel preciso istante servano per comunicare in modo personalizzato con i clienti.

Quindi, se sei alla ricerca di una piattaforma in grado di aiutarti a creare strategie di customer engagement sempre più mirate ed efficaci, pensate per ogni singolo contatto e per cui potrai misurarne i risultati, contattaci e i nostri esperti avranno le risposte che cerchi.

 

 

 

__________________

Scopri la serie dedicata alla CDP della Marketing Cloud!

CDP series 1 Data Collection CDP Series CDP series 3 CDP series 4 CDP series 5 CDP series 6
LIVE LIVE LIVE LIVE LIVE
LIVE

 

 

Continua a leggere

Contactlab diventa ancora più grande: i primi mesi di questo 2022

Ci eravamo lasciati con grandi aspettative e abbiamo mantenuto la parola. Questi primi mesi del 2022 sono stati per Contactlab tempi di grandi novità e di significativi investimenti e rilasci. Abbiamo lavorato sull’interfaccia e aggiunto alla piattaforma nuove funzionalità nell’ottica di continuare a offrire uno strumento il più semplice possibile da usare, intuitivo e veloce e garantire contemporaneamente ai brand un’esperienza utente pulita, liberare risorse per altre attività utili al business e assicurare una soluzione all’avanguardia per customer experience ritagliate su misura.

Contactlab entra a far parte del gruppo Growens

Contactlab-Growens

La più importante novità di cui andiamo fieri è l’entrata di Contactlab nel gruppo Growens, un’opportunità che stiamo già cogliendo in ogni suo aspetto. Unendo le forze con MailUp, prende il via una delle più importanti realtà europee nel settore delle marketing technologies. L’unione porta alla creazione di un player con oltre 200 talenti estremamente qualificati, più di 10.000 clienti nel mondo, oltre 25 miliardi di email inviate e 2 miliardi di SMS. Un compagno di viaggio senza eguali per le attività di engagement marketing dei brand.

 

Continua il viaggio verso un’interfaccia sempre al passo con i tempi

Solo le piattaforme che pongono attenzione ai propri utenti possono avere davvero successo e portare al successo il business dei brand. Si tratta di un progetto partito qualche tempo fa e che come avevamo anticipato, non si sarebbe fermato tanto presto. Abbiamo a cuore chi usa tutti i giorni la Marketing Cloud ed è per questo che investiamo energie costantemente per l’ottimizzazione della UI e della user experience.

graph#3- newUI

Negli ultimi mesi i nostri esperti hanno lavorato per portare a termine la revisione della sezione Clienti. La raccolta dei dati e dei comportamenti, i molteplici punti di contatto e le occasioni di comunicazione, ti portano ad avere una quantità di informazioni davvero grande. Non tutte però sono utili allo stesso modo. É per questo che pensiamo serva una piattaforma di lavoro capace di farti accedere a quello che stai cercando nel più breve tempo possibile, nel migliore dei modi e in pochi passaggi per avere risposta a ogni tua necessità.

Sempre più dati al servizio della customer experience

Ormai ne siamo tutti consapevoli, non si torna indietro: la relazione che il tuo brand ha con i clienti si è spostata. Non è più un’esclusiva del negozio fisico e si divide tra il mondo retail e il mondo ecommerce, spesso creando maggiori opportunità e risultati. Le vendite online stanno aumentando e la crescita non sembra arrestarsi, anzi. Oltre a benefici di multicanalità che ti fanno sperare di raggiungere più audience, questo trend porta con sé un altro importante vantaggio: la possibilità di conoscere in tempo reale comportamenti, abitudini, preferenze dei tuoi navigatori e, cosa ancora più rilevante, sono loro stessi a raccontartelo. Pensa a quante informazioni puoi collezionare con una connessione costante fra il tuo ecommerce e la piattaforma. O ancora cosa possa significare sapere quali pagine del tuo portale siano state visitate, quali prodotti visualizzati, l’orario preferito di presenza online

ecommerce connector

Spingere le vendite con la Marketing Automation

Molti parlano di marketing automation ma quanti davvero possono offrire uno strumento che permetta di dare la giusta attenzione ai tuoi consumatori in qualsiasi momento, facendoti trovare pronto a dialogare ogni volta che se ne presenti l’opportunità o la necessità? Per te è diventato un must cogliere ogni occasione di contatto per promuovere la tua offerta, soddisfare richieste, supportare i clienti lungo il loro ciclo di vita, generare nuovo interesse e aumentare le conversioni, riducendo tempi e costi. Con la Marketing Cloud puoi questo e altro… e la stiamo perfezionando costantemente. Ora puoi scegliere il comportamento delle tue automazioni ogni volta che sospendi e riattivi gli invii e selezionare già in fase di configurazione dell’invio email quale sistema di iscrizione debba registrare l’evento di disiscrizione in caso un tuo contatto sottomettesse la richiesta. Grazie alla Marketing Automation e a dati altamente qualificati, crei esperienze clienti personalizzate e disegnate sui singoli profili con comunicazioni rilevanti, inviate nel momento migliore e sul canale preferito.

Raggiungere solo le audience che lo desiderano

E a proposito di sistemi di iscrizioni, mantieni alta la tua reputazione e proteggi sempre di più i tuoi form con l’inserimento dell’invisible recaptcha di Google. Ottieni subito due importanti obiettivi: semplifichi la compilazione del form da parte degli utenti finali, e previeni ulteriormente attacchi di subscription bombing o iscrizioni massive da indirizzi inesistenti.

 

invisible_captcha_eng

Funzioni avanzate per l’email design

Corretto scegliere il canale opportuno. Giusto spedire nei momenti risultati i migliori. Ottimo personalizzare il testo. E l’email design? Anche l’occhio vuole la sua parte perchè i tuoi contatti scelgano di leggere le tue comunicazioni e il messaggio arrivi velocemente alla loro attenzione. Nuove funzionalità hanno arricchiato l’email editor drag & drop responsive che la piattaforma ti propone per lavorare in autonomia e in semplicità, ma con risultati strabilianti. Tante nuove funzioni per migliorare la text experience o creare amore a prima vista da parte dei destinatari, ad esempio con l’introduzione delle immagini di sfondo.

E poi tante altre novità per te che usi Email Designer come la possibilità di ricercare i template per tag o per nome e velocizzare le operazioni quotidiane.

Concludendo

Cosa succede ora? Ci siamo già messi all’opera, non ci siamo fermati un attimo. Abbiamo previsto tante novità per promuovere una Marketing Cloud sempre al massimo, completa per soddisfare ogni esigenza i clienti abbiano e stare al passo con un mercato in continua evoluzione, provando anche perché no, ad anticipare dei trend per farti trovare sempre pronto nelle tue attività di customer engagement. Contattaci e lavoreremo insieme per identificare le strategie migliori e attivare la campagne più efficaci per i tuoi risultati.

 

wp-mc

 

 

 

 

Continua a leggere

Vendere online in modo più semplice con ecommerce e marketing cloud sempre connessi

I consumatori online lasciano un’enorme quantità di dati. Connettere il tuo ecommerce a una piattaforma di marketing rapidamente e facilmente e abilitare la sincronizzazione dei dati sta diventando una scelta obbligata per molti brand.

Contactlab è in grado di configurare un connettore per collegare la Marketing Cloud alle principali tecnologie ecommerce attive sul mercato, procedere a una veloce implementazione della soluzione e permettere così ai marketer di iniziare a collezionare dati per la profilazione, e per la costruzione e l’attivazione di customer journey personalizzati.

In questo modo, si automatizza lo scambio di informazioni senza necessità di competenze tecniche particolari, riducendo i costi di gestione e risparmiando tutto quel tempo che prima era concesso alla realizzazione di flussi per il passaggio di dati. I marketer possono finalmente pensare alla strategia e i reparti IT dormire sonni tranquilli.

 

Marketing_Automation_for_ecommerce

Alcuni benefici

Per offrire esperienze multi-touchpoint ritagliate su misura in base a caratteristiche e necessità specifiche, coerenti e consistenti su tutti i canali di comunicazione, i brand devono conoscere i propri contatti, e poter utilizzare queste informazioni in ogni momento del ciclo di vita del singolo.

In ottica customer centric, occorre superare la logica di gestione del dato per silos informativi, ma raccogliere e organizzare le informazioni in profili unici integrati e poterli condividere con i sistemi presenti e sparsi in azienda in modo da averli disponibili immediatamente nel momento in cui servono.

L’ecommerce non è un’eccezione. Dialogare costantemente e in tempo reale con la marketing cloud porta dei benefici a entrambe le tecnologie. Se da un lato consente all’ecommerce di accedere a tutti i dati necessari ad alimentare la relazione, proporre un e-shop ritagliato su misura, offrire un servizio clienti sempre all’altezza delle aspettative e rispondere al meglio alle loro richieste di supporto, dall’altro restituisce informazioni utili alla personalizzazione delle campagne marketing e alla creazione di automazioni.

Alla luce di quanto sopra, possiamo dire con certezza che la somma di Ecommerce più Marketing Cloud è sicuramente maggiore del totale:

  • Migliori la conversioni.
  • Massimizzi le vendite.
  • Fidelizzi i clienti.
  • Aumenti il valore dei tuoi contatti.

Concludendo: Ecommerce + Marketing Cloud diventa un must have

Un italiano su quattro fa acquisti ibridi. Lo shopping diventa più articolato e le esigenze dei consumatori cambiano. Mondo fisico e digitale si incontrano e convivono collaborativamente nei percorsi di acquisto dei clienti dove i retailer si aprono all’online e l’online prende forza e vigore. Lo store accompagna i clienti al negozio virtuale, e viceversa, offrendo esperienze integrate e coerenti. Chi acquista online non si trova lì per caso, decide di esserci e in Italia nel 2022 è previsto che gli acquisti online aumenteranno del 14% rispetto al 2021. La spinta dell’ecommerce è guidata soprattutto da acquirenti abituali e questo conferma quanto abbiamo più volte ribadito negli scorsi mesi su tavoli diversi, ossia che la tendenza dei percorsi di acquisto a diventare progressivamente più ibridi non è ancora arrivata al suo culmine (Osservatorio eCommerce B2C Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano).

In questo contesto quindi, una cosa è certa, non si torna indietro. I brand si trovano a fare i conti con nuove abitudini di acquisto che, se da un lato richiedono un continuo presidio online e si stanno rivelando delle sfide con investimenti e grandi cambiamenti nel modo di fare business, dall’altro sono fonte di enormi opportunità.

Integra la piattaforma Contactlab con il tuo ecommerce, automatizza i processi e accelera il tuo business.

 

ecommerce connector

 

 

Continua a leggere

Semplifichiamo il captcha, rendiamolo invisibile e proteggiamo i tuoi form.

Come progettare i tuoi form in sicurezza? La piattaforma Contactlab ha collaudato da tempo la possibilità di utilizzare un captcha per il controllo delle iscrizioni, ad esempio alle tue newsletter, da attività illegittime. La funzionalità è sempre attiva e disponibile in fase di creazione di un form in piattaforma.

Nell’ottica di prevenire attacchi di subscription bombing o iscrizioni massive da indirizzi inesistenti tali da compromettere la reputazione del tuo brand, è fondamentale che i form di iscrizione includano sempre un captcha.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

Dal 20 aprile 2022, sarà disponibile una nuova funzionalità che introduce il supporto e l’obbligatorietà di inserimento dell’invisible recaptcha di Google nei nuovi form di iscrizione. Con questo rilascio ottieni subito due importanti obiettivi: semplifichi la compilazione del form da parte degli utenti finali, e rafforzi ulteriormente la sicurezza nell’uso della piattaforma Contactlab.

Grazie a intelligenza artificiale e machine learning, i form infatti sono automaticamente protetti con un captcha e non è richiesta alcuna interazione con l’utente finale. Solo se il sistema ritenesse che la compilazione del form in quel momento non sia fatta da una persona, allora comparirebbe il test come siamo stati abituati a vederlo fino ad ora.

Con l’invisible captcha, i tuoi contatti non devono dimostrare di non essere un robot. Non devono riconoscere alcuna combinazione di lettere e numeri oppure selezionare immagini che contengono semafori, colline o automobili.

 

Invisible-recaptcha-it

 

Puoi avere la certezza dell’inserimento dell’invisible captcha perchè in basso a destra appare l’immagine universale che ne conferma la presenza.

Cosa fare se sei un utente Contactlab

Sei un utente Contactlab? Scopri cosa succede ai form già attivi. Su quelli nuovi compare di default l’invisible captcha.

  1. Utilizzi form standard che usano già un captcha?
    L’invisible captcha è attivo automaticamente sia sui form attivi che sui nuovi che vai a creare.
  2. Utilizzi form standard che non usano un captcha ma desideri inserirlo?
    Accedi al form di iscrizione e inserisci il captcha. Beneficerai dell’invisible captcha da subito.
  3. Hai personalizzato il form e utilizzi il captcha?
    Aggiorna il form con un nuovo snippet che trovi in Send per introdurre l’invisible captcha.
  4. Hai personalizzato il form, non utilizzi il captcha e desideri inserirlo?
    Chiedi il supporto di un nostro esperto per la configurazione dell’invisible captcha.

Concludendo

In più occasioni è stata ribadita l’importanza di non fermarsi al double opt-in ma di assicurarsi sistemi più sofisticati di protezione. Nonostante questo, molti brand ancora non adottano le opportune cautele. Spesso il captcha è considerato un elemento di disturbo all’interno della email che può anche scoraggiare i sottoscrittori.

Abbiamo quindi pensato di intervenire con questo rilascio per:

  • Semplificare l’interazione con i tuoi contatti offrendo un’esperienza più immediata e permettendo di portare a termine l’iscrizione con l’invisible captcha compilando il minor numero di campi.
  • Migliorare la visualizzazione dei contenuti eliminando lo spazio dedicato al captcha, considerato dai brand più attenti, poco elegante e in armonia con il resto dei componenti.
  • Mantenere alta la reputazione del tuo brand con form sempre protetti e aderenti alle best practice.

In un momento in cui l’email rappresenta uno dei canali di comunicazione digitale più importante e ci scontriamo sempre più con fenomeni di listbombing dagli impatti significativi sulle attività dei brand, scegliamo di portare alla ribalta la questione offrendo uno strumento per gestire al meglio le campagne, evitare criticità e assicurarsi che tutte le email arrivino sempre puntuali al reale destinatario.

 

 

nl_mc

Continua a leggere

Fai crescere il tuo ecommerce con la marketing automation

Vendere online è diventata negli ultimi una grande opportunità, ancora più che in passato, e con la marketing automation puoi migliorare le tue vendite ecommerce, creando automaticamente momenti di interazione fra il tuo brand e i tuoi clienti, senza lasciare la vostra relazione al caso.

Puoi farti trovare pronto a dialogare ogni volta che i consumatori se lo aspettano e ne hanno bisogno. Puoi cogliere ogni occasione di contatto per promuovere la tua offerta, raccogliere preferenze, supportare i clienti lungo il loro ciclo di vita, generare nuovo interesse e aumentare le conversioni, riducendo tempi e costi.

Disegnando customer journey automatici, definisci un insieme di regole che accompagnano i tuoi contatti e li guidano nella vostra relazione. Regole che innescano azioni al verificarsi di eventi specifici e quando soddisfatte opportune condizioni.

Grazie alla Marketing Automation crei esperienze clienti altamente personalizzate e ritagliate sui singoli profili con comunicazioni rilevanti, inviate nel momento migliore e sul canale preferito. ⬇️⬇️⬇️

Marketing_Automation_for_ecommerce

 

Continua a leggere

Il comportamento sul web dei tuoi contatti è davvero interessante per aumentare le vendite?

Qualche anno fa, un guru sul fronte UI/UX in tema di usabilità disse che per i clienti navigare tra le pagine di un sito ecommerce è come muoversi all’interno di un centro commerciale. Noi oggi aggiungiamo: con una fondamentale differenza. La navigazione sul sito web offre ai brand la possibilità di raccogliere una enorme quantità di dati su ricerche, preferenze, interessi che tra gli scaffali del negozio è ancora difficile tracciare.

Se da un lato sono richiesti impegno e risorse per creare un ecommerce chiaro e semplice da consultare e con cui interagire, con il vincolo di rispettare normative in ambito privacy, dall’altro lo sforzo è ricambiato da un incremento significativo delle informazioni sui consumatori, che siano clienti o prospect. La conoscenza dei loro comportamenti online è un grosso valore per il business e può diventare la chiave di successo nella vostra relazione, permettendo di restituire esperienze e comunicazioni digitali ritagliate su misura per ogni singolo individuo, attraverso campagne di retargeting.

Aumenta il tempo speso online, aumentano gli acquisti ecommerce

Il distanziamento sociale ha dato una spinta alla trasformazione digitale che porta le persone a stare più tempo online. Diverse analisi sostengono che in Italia a inizio 2021 ci fossero circa 50 milioni di utenti connessi, con una penetrazione dell’82%.

Tra le prime ragioni per cui i consumatori usano internet, c’è la ricerca di prodotti e servizi, nonché l’acquisto e la fruizione degli stessi. Sempre più persone comprano online preferendo il mobile rispetto al desktop e riducendo così il divario fra le due modalità di accesso.

ecommerce-usage

I consumatori stanno dimostrando di sentirsi a proprio agio online, amano acquistare in rete, si muovono in modo veloce e mentre navigano qua e là, lasciano dietro di sé numerose tracce, scie di dati e informazioni fondamentali per i brand.

Da sottolineare è che questi trend non sembra si invertiranno in futuro, anzi. Le nuove abitudini di acquisto che affiancano allo store anche l’ecommerce, rimarranno anche quando saranno superate tutte le restrizioni dovute alla pandemia rafforzando sempre più esperienze di acquisto omnicanale.

I dati di navigazione web

La presenza dei tuoi contatti online non è però confinata solo al momento dell’acquisto che si esaurisce con il pagamento. Per massimizzare l’efficacia delle tue campagne marketing, occorre registrare il comportamento dei consumatori anche prima e dopo e utilizzare queste informazioni per attività che possano catturare la loro attenzione, accompagnarli nelle loro ricerche e guidarli negli acquisti, riducendo le sessioni abbandonate e aumentando le conversioni dei visitatori in clienti.

Per una strategia di digital marketing di successo non puoi rinunciare a collezionare anche i dati di navigazione web.

Monitorare le pagine visualizzate e capire chi sono i visitatori ricorrenti e chi i cosiddetti first-time visitors. Capire i punti di ingresso, che prodotti o servizi visitano o i tempi di permanenza. Sono tutte informazioni utili per un immediato up-sell o cross-sell e per costruire e attuare nel tempo, piani di contatto o customer journey personalizzati e differenziati con un’attenzione ai contenuti ma anche ai tempi e ai canali di somministrazione dei messaggi.

La Contactlab Marketing Cloud

Non lasciarti passare occasioni preziose sotto il naso. La Marketing Cloud ti offre gli strumenti necessari per il tracking delle attività online.

Configurando opportunamente il sito web e una sorgente Javascript in piattaforma, è possibile scrivere le informazioni sul profilo unico in modo automatico. E così puoi ad esempio decidere di indirizzare tutti i contatti che hanno visualizzato una particolare pagina anche più di una volta, in un certo periodo di tempo, ma senza portare a termine alcun acquisto. O riservare uno sconto speciale in occasione del compleanno, per l’acquisto del prodotto visualizzato nel mese precedente ma non acquistato. Oppure semplicemente individuare la campagna con cui il contatto è atterrato online e monitorare i comportamenti successivi, misurando l’efficacia delle iniziative e garantendoti i dati necessari ad affinare le iniziative future, massimizzandone i ritorni. I valori registrabili sono aggiornati costantemente.

Tutto questo nella certezza che le tue attività rispettino le normative privacy semplicemente configurando la piattaforma in modo che, nel caso un contatto abbia negato il consenso all’uso di una particolare informazione, anche nel caso in cui il tuo ecommerce segnali l’azione, questa non sia registrata sul profilo.

Insomma, se avessi ancora dubbi, contattaci. Vedremo insieme le tue necessità, ti racconteremo best practice di settore e ti guideremo passo a passo nella raccolta delle informazioni web. Metti i tuoi contatti al centro delle tue strategie e dai forza al tuo business.

 

nl_mc

 

Continua a leggere

Come è andato il 2021? Per la Marketing Cloud alla grande!

É già iniziato a gran velocità il 2022 ma a noi piace anche rallentare, trovare i momenti giusti per prenderci un pò di tempo e guardarci alle spalle. Ci piace chiudere gli occhi e ripercorrere quanto successo nell’anno passato, le tante novità riguardo la piattaforma, i piccoli e grandi risultati raggiunti, le numerose funzionalità che hanno arricchito la nostra Marketing Cloud.

Questa volta però vogliamo farlo in modo diverso, partendo dalla fine. Quindi ti diciamo, contattaci e insieme disegneremo il percorso migliore per la tua organizzazione verso campagne di comunicazione di successo e che garantiscano ritorni di business tangibili. Come?

 

wp-mc

 

Preferire una user experience semplice e intuitiva

Puntiamo da sempre a offrirti uno strumento facile e veloce da usare ma allo stesso tempo completo. Abbiamo lavorato affinché l’interfaccia ti permetta di portare avanti le attività di digital marketing senza sottrarre tempo prezioso a quelle core. Una UI rinnovata per muoversi fra le varie aree della piattaforma in modo coerente. La scelta di un design system pulito e leggero, in grado di guidarti nel tuo lavoro, nella verifica delle operazioni programmate e nella risoluzione dei problemi. Un ambiente che ti permetta di scegliere cosa visualizzare e ti proponga in modo chiaro quanto ti serve, con l’utilizzo di logiche di navigazione, elementi e componenti uguali nei vari moduli. L’area dedicata ai customer è stata completamente rinnovata: con la raccolta e il tracciamento dei dati e dei comportamenti dei clienti e con i molteplici punti di contatto e le occasioni di comunicazione, ti trovi ad avere una quantità di informazioni davvero grande. Non tutte però sono utili allo stesso modo al tuo business. É per questo che abbiamo pensato a una piattaforma capace di farti accedere a quello che stai cercando o di cui hai bisogno nel più breve tempo possibile e nel migliore dei modi per poter azionare immediatamente le tue campagne in pochi passaggi, anche automaticamente. Ci stiamo muovendo a grandi passi verso un’interfaccia da urlo.

Scegliere con cura e attenzione il target di ogni singola comunicazione

SegmentationSappiamo quanto sia importante indirizzare correttamente ogni email, ogni SMS ed essere sicuri che arrivino alla persona giusta, oltre che al momento più opportuno e con il contenuto di maggiore interesse. Ampliamo quindi costantemente i dati su cui è possibile costruire segmenti. Ad esempio ora puoi decidere di segmentare sulla base dei KPIs che ottieni dai risultati della somministrazione di survey ai tuoi contatti, che si tratti di clienti o che siano ancora prospect. Ti metti in loro ascolto e grazie ai feedback collezionati, disegni customer journey o prevedi campagne trigger puntuali. O ancora, con l’introduzione della nuova regola altri eventi digitali, raccogli in piattaforma eventi registrati su sistemi esterni e utilizzi queste informazioni per costruire le liste dei destinatari delle tue spedizioni, che si tratti di singoli invii o automazioni più complesse. Inoltre, con la recente modalità di ricerca, diventa più veloce inserire come condizione una lista di valori da includere o escludere dalla tua audience. Insomma, parti dalla conoscenza vera dei tuoi clienti per una micro segmentazione in grado di farti personalizzare la relazione con loro e renderla duratura.

Disegnare customer journey dall’effetto wow per clienti sempre più esigenti

Grandi novità anche per la marketing automation firmata Contactlab. L’anno si è aperto nei migliori dei modi con la disponibilità della nuova UI ma anche i restanti mesi non hanno deluso. Ricollegandoci all’affinamento delle audience, adesso puoi far uscire da una automazione un contatto non solo al verificarsi di un evento come un acquisto o l’apertura di una email, ma anche alla modifica di uno o più dati anagrafici che lo riguardano ed evitare così che continui a ricevere attenzioni dal tuo brand su temi magari non più pertinenti. Inoltre ora puoi capire chi ha usato ad esempio un particolare coupon, quando, in che modo e dove e impostare attività di follow up in base a cosa sia realmente successo.

Convinti che l’automation sia qualcosa che non può più mancare nelle attività di digital marketing, non solo per seguire tempi e bisogni ma soprattutto anticiparli, abbiamo provato ad andare oltre. La piattaforma è quindi stata arricchita di una serie di journey preconfigurati da cui partire per la creazione delle tue customer experience. Puoi selezionarne uno e utilizzarlo così come proposto oppure modificarlo a tuo piacimento e necessità, risparmiando tempo, liberando risorse e, non meno importante, riducendo gli errori nel disegno dei flussi che potrebbero impattare il funzionamento di tutto il percorso.

 

HTML template

Stupire le tue audience con messaggi personalizzati e accattivanti

Anche il contenuto gioca la sua parte: testo, font, elementi grafici, colori, disposizione dei componenti… Persino il peso delle immagini impatta significativamente il successo di una campagna marketing digitale! Nel 2021 abbiamo portato avanti con convinzione il percorso iniziato in passato per offrire editor HTML al passo coi tempi, in grado di permettere una grande personalizzazione e differenziazione dei contenuti in funzione del target e con l’obiettivo di ridurre il tempo necessario alla loro creazione, quindi di nuovo ottimizzazione delle tua user experience.

Oggi puoi beneficiare di un HTML editor che possiede le funzionalità necessarie a disegnare e creare con il solo movimento del mouse, email accattivanti, con ogni elemento al posto giusto, in grado di attirare l’attenzione esattamente dove vuoi tu. Puoi prevedere comunicazioni con soluzioni grafiche sofisticate e incantare i tuoi contatti, contando su sistemi di invio che ti garantiscano che il contenuto della campagna non abbia subito modifiche non autorizzate, nella fase di spedizione e ricezione. Abbiamo infatti esteso ulteriormente il supporto ai protocolli di sicurezza – DMARC, DKIM, SPF, … –  per supportare al meglio la reputation del tuo brand e massimizzare la deliverability.

Cogliere ogni opportunità di contatto con una email o un SMS

In tempi di pandemia abbiamo tutti compreso il valore dell’email per rimanere vicini nonostante il social distancing. Qualche tempo fa qualcuno ha insinuato che fosse uno strumento morto… tutt’altro visti i numeri del 2021! Proprio per la mole di email spedite e ricevute negli ultimi mesi, deve nascere l’intento di utilizzare questo canale di contatto con particolare attenzione. Abbiamo messo mano alla nostra piattaforma di digital messaging, iniziando un processo di ottimizzazione e miglioramento delle prestazioni che renderà le tue campagne marketing più semplici da realizzare e più sicure da implementare. Inoltre, un occhio di riguardo è stato messo per migliorare ancor di più le applicazioni di invio di email e SMS a 360°: che si tratti di invii massivi o puntuali, o ancora email di servizi o transazionali, trovi una rispota a tutte le tue esigenze.

 

Concluding

 

nl_mc

Continua a leggere

LIVE la nuova UI della single customer view!

Non possiamo svelare tutto, per scoprire le numerose novità contattaci o entra in piattaforma e inizia a navigare. Sarà più facile di quanto tu possa immaginare. Vogliamo darti però qualche anticipazione perchè si tratta di un grande lavoro che abbiamo portato avanti all’interno del progetto – sempre aperto – di miglioramento dell’esperienza utente. Si, perchè offrirti strumenti veloci, intuitivi, facili da usare e al contempo ricchi e con ogni risposta alle tue necessità, per noi è fondamentale.

La spinta all’origine di questa fase risiede nel fatto che, con la raccolta e il tracciamento dei dati e dei comportamenti dei tuoi clienti e con i molteplici punti di contatto e le occasioni di comunicazione, ti trovi ad avere una quantità di informazioni davvero grande. Non tutte però sono utili allo stesso modo al tuo business. É per questo che pensiamo ti serva una piattaforma di lavoro capace di farti accedere a quello che stai cercando nel più breve tempo possibile, nel migliore dei modi e in pochi passaggi.

Qualche novità

Riorganizzazione e semplificazione dell’anagrafica contatti

action

Da card con tutte le informazioni disponibili – ma non sempre necessarie e spesso troppe per i tuoi obiettivi – a profili strutturati e organizzati, dove i dati veramente importanti sono immediatamente visualizzati. Un’ottimizzazione della testata, un’area dal design pulito, che rimane sempre visibile anche quando ti sposti in verticale nella pagina. Una contestualizzazione massima per ricordarti sempre dove ti trovi e le informazione necessarie alle tue attività. Informazioni spalmate su diversi tab, subito fruibili.

 

Navigabilità delle tabelle e filtri rinnovati

Tabelle dinamiche dove puoi selezionare le colonne da visualizzare e scorrerle tenendo sempre come punto fermo l’email. Opportunità di ordinare le righe per qualsiasi campo visibile. Una funziona semplificata di ricerca del contatto e una nuova scheda di creazione del customer.

Table

 

Nuove componenti smart

L’interfaccia è stata arricchita di componenti volte a migliorare la fruizione dei contenuti sia su desktop che in mobilità con una navigazione ulteriormente ottimizzata per il tablet. Una modalità di selezione di data e orario, dove è possibile indicare rapidamente il periodo interessato cliccando su una maschera che si apre con le varie opzioni.

Inoltre, un’interfaccia sicura che sceglie le illustrazioni per aumentare la protezione delle operazioni. Sono ridotte la possibilità di commettre errori irreparabili, come ad esempio la cancellazione di un contatto, con il supporto di messaggi accompagnati da immagini chiare e autoesplicative che aiutano a evitare azioni non reversibili.

datepicker

 

Drill down dei singoli eventi

Basta elenchi infiniti di eventi, lunghi e dispersivi. Da una timeline verticale a una heatmap dove gli eventi previsti nel database sono raggruppati in 5 categorie facilmente visualizzabili a video. Un insieme di eventi consultabile nel dettaglio, cliccando sulla casella di interesse. Applicando un filtro automatico sulla categoria selezionata, si apre un drill-down completo. Possibilità di creare nuovi eventi in una scheda di data entry rivista e alleggerita nella grafica per rendere l’operazione rapida e sicura.

heatmap

 

Concludendo

Abbiamo in cantiere ancora tanto, mandaci anche i tuoi feedback e le tue richieste attraverso gli esperti con cui sei in contatto. Seguici e vivremo insieme user experience sempre all’ultima frontiera.

 

 

 

nl_mc

 

 

Continua a leggere

Aumenta la protezione delle tue email: chiavi DKIM a 2048 bit

Quando si parla di inbox placement rate e reputazione, inevitabilmente si pensa a SPF, DKIM e DMARC. Minacce quali domain spoofing, phishing e spear phishing hanno incoraggiato già da diverso tempo lo sviluppo di strategie di autenticazione del dominio mittente più rassicuranti per i brand.

E noi oggi abbiamo un’interessante novità in ambito DKIM da raccontarvi.

Cosa è una DKIM

Riprendiamo velocemente alcune definizioni così siamo sicuri di sapere tutti di cosa stiamo parlando e apprezzarne il valore fino in fondo. DomainKeys Identified Mail è una firma crittografica che garantisce l’integrità del messaggio dal momento in cui viene spedito fino alla ricezione da parte del mailbox provider. In poche parole, i tuoi messaggi contegono alcune informazioni verificabili che possono confermare che tu sei il responsabile delle email inviate.

Come funziona? Al momento della ricezione dell’email e prima di recapitare il messaggio, il server verifica che la chiave nell’header sia quella associata al tuo dominio mittente. In caso affermativo il contenuto della email si ritiene salvo ovvero si conferma che non ci sia stata alcuna modifica da parte di terzi durante il tragitto e così l’email finisce nell’inbox.

Quindi, più si presta attenzione alla protezione della chiave ovvero si rende difficile rompere la chiave, più si avrà la certezza che tutte le procedure di spedizione e ricezione avvengano correttamente. Occorre proteggere la chiave dai sempre più frequenti attacchi da parte di hacker.

Da 562 bit a 2048 bit

Più è lunga una chiave, più sarà difficile attaccarla. Negli anni si è passati da chiavi a 562 caratteri a chiavi a 1024 caratteri con riduzioni significative di vulnerabilità e violabilità.

Oggi Contactlab è in grado di offrire DKIM a 2048 bit. La scelta ottimale per i brand è quella di personalizzare la DKIM impostandola sul loro dominio e delegandolo a Contactlab. Permetterti di firmare le email con il nome del tuo dominio, garantisce l’integrità del contenuto del messaggio firmato e rafforza ulteriormente la tua reputazione e la deliverability delle comunicazioni inviate.

La firma DKIM diventa ancora di più un requisito fondamentale per legittimare il sender domain. Aumentare la lunghezza della chiave rientra tra tutti gli sforzi necessari da mettere in campo per superare i filtri antispam, evitare che le tue campagne email falliscano e raggiungere senza intromissioni esterne l’inbox dei tuoi contatti, che siano clienti o prospect. Il pericolo è sempre dietro l’angolo.

Ricapitolando: perché usare la DKIM nelle tue campagne email

  • Per confermare che il dominio autenticato ha effettivamente inviato l’email.
  • Per assicurare che i contenuti del messaggio non sono stati modificati durante la spedizione.
  • Per mantenere alti tassi di recapito.

Contattaci per scoprire come impostare chiavi a 2048 bit per il tuo account. Contactlab è tra i primi ESP a offrire servizi di sicurezza così elevati, non perdere l’occasione. Continua a garantire la massima deliverability ai tuoi invii con questo e altri accorgimenti che i nostri esperti sapranno consigliarti.

 

 

nl_mc

 

 

 

Continua a leggere

I tuoi form sono oggetto di iscrizioni automatiche?

Quante volte ti sarà sicuramente capitato di compilare un form di registrazione come quello qui sotto. La raccolta dei dati, l’accettazione della privacy e… I’m not a robot.

 

CaptchaCosa è il CAPTCHA

CAPTCHA è l’acronimo di Completely Automated Public Turing test to tell Computers and Humans Apart. Si tratta di un test completamente automatico per distinguere i computer dagli umani.

Solitamente un CAPTCHA appare come un quiz, un gioco veloce in cui è chiesto di risolvere un quesito. Può essere riconoscere o decifrare un testo sovrapposto a un’immagine, oppure fare un rapido calcolo o ancora individuare dei particolari in un’immagine. I famosi: seleziona le foto dove vedi le strisce pedonali o ancora, un semaforo…

Non è qualcosa di lungo e invasivo per il cliente e non impatta sulla qualità grafica dei form.

Serve ad assicurare che il modulo sia compilato da una persona e non da un robot, appunto.

In questo modo i risultati delle campagne sono preservati e il brand continua a essere riconosciuto come affidabile dai principali fornitori di account di posta, aiutando inoltre a prevenire fenomeni di listbombing, in particolare subscription bombing.

Il Subscription bombing

Il subscription bombing è un attacco da parte di spambot ovvero programmi che eseguono operazioni in automatico, che compilano in maniera fraudolenta moduli di iscrizione o moduli di registrazione su vari siti web.

Gli scopi di questa attività possono essere molteplici, con effetti sia per chi riceve le email:

  • Disturbare il destinatario.
  • Bloccare l’inbox per qualche tempo.
  • Distrarre da email importanti che si perdono tra quelle ricevute. Si pensi ai problemi che può causare le perdita di una notifica di pagamento con carta o un avviso di sicurezza.

Sia lato mittente:

  • Danneggiare il brand proprietario del form inviando richieste di contatti fasulli che impattano l’igiene della lista e di conseguenza la reputazione del mittente.
  • Compromettere la reputazione anche in caso di contatti reali in quanto le email, non richieste, possono essere segnalate come abuse e comportare l’inserimento dell’IP del mittente in blacklist.
  • Portare avanti un attacco tipo DoS – denial of service – per prosciugare le risorse del sito su cui è ospitato il modulo e renderlo così inutilizzabile.

E il double opt-in?

Attenzione, anche se hai attivo il cosiddetto double opt-in in fase di iscrizione, la minaccia è solo mitigata. Perchè?

  • Le segnalazioni di abuse e il conseguente IP blacklisting possono verificarsi anche a seguito della ricezione delle email di richiesta conferma di sottoscrizione a un servizio.
  • Il danneggiamento della reputazione può avvenire anche se chi invia newsletter non esclude dalla spedizione indirizzi email non confermati.

Come progettare allora form in sicurezza?

Non bisogna fermarsi al double opt-in ma assicurarsi che i form abbiano sempre un CAPTCHA. Tutti questi sono temi di attenzione da diversi anni ma l’aumento dell’uso del canale email a seguito della pandemia e i numerosi recenti fenomeni di listbombing di impatto significativo su diversi brand, hanno portato alla ribalta la questione.

La piattaforma Contactlab ha già collaudato da tempo la possibilità di inserire un CAPTCHA per le iscrizioni. Si tratta di una funzionalità sempre attiva e disponibile in fase di creazione di un form in Send. Se non sei ancora convinto, contattaci e ti faremo vedere il CAPTCHA all’opera ma soprattutto la semplicità con cui lo puoi avere nei tuoi form, proteggendo così i tuoi contatti e il tuo brand.

Inoltre…iscriviti alla newsletter dedicata alla piattaforma e guarda come anche noi facciamo uso del CAPTCHA per proteggere i nostri clienti e la nostra reputazione.

 

 

 

 

 

Continua a leggere