Nuova interfaccia e tante funzionalità per la marketing automation di piattaforma – Rilascio MC v.7.11.1

Ci siamo, un altro importante passo in avanti per offrirti già oggi la Marketing Cloud del futuro.
Dal giorno 12 dicembre 2022 è disponibile una nuova versione della funzionalità di marketing automation della piattaforma.
Il rilascio è previsto
dalle ore 11:00 alle ore 11:30 CET.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

Tante nuove funzionalità in una rinnovata veste che ti permetteranno di vivere una user experience strepitosa e ottenere il massimo dai journey! Vediamo insieme qualche novità che abbiamo previsto sia per il processo di creazione di nuove automazioni, sia per la modifica di quelle esistenti. Entra subito in piattaforma e vivile tutte direttamente:

  • È stata snellita la sezione Automazioni > Marketing Automation dove puoi cercare e navigare le tue automazioni.
    Con questo rilascio sono stati riorganizzati i tab e ora le automazioni pronte sono disponibili nella lista di quelle attive con indicato lo stato in modo chiaro.

    stato-automazioni
    Inoltre, come ti ricorderai, in questa area erano anche disponibili nel tab Modelli, una serie di flussi preconfigurati da cui poter partire per creare personalizzazioni secondo i tuoi bisogni e desideri. Con la nuova versione, trovi questi modelli direttamente in fase di creazione di un nuovo journey nell’apposito tab Modelli.
  • Se desideri consultare le automazioni in un particolare stato, nell’elenco disponibile in Automazioni > Marketing Automation puoi cliccare sul simbolo del funnel e scegliere per quale campo filtrare: uno o più di uno contemporaneamente.


filtro-stato

 

  • Puoi decidere quali campi visualizzare nella lista dei tuoi journey: la visualizzazione di alcuni campi è predefinita, altri puoi scegliere se averli nei tuoi elenchi entrando in Automazioni > Marketing Automation > tab desiderato > Configura tabella.

 

configura_tabella

 

  • Ricordati sempre, dopo ogni modifica alla sezione, di cliccare su Applica per ottenere ciò che desideri. Questa è un’altra grande novità del prossimo rilascio: se dimentichi di applicare, le tue modifiche saranno perse. Tieni però a mente, che le modifiche nella visualizzazione dei campi non sono salvate permanentemente, ma nel caso lo desiderassi, devi apportarle alla bisogna.
  • Anche la visualizzazione dei tuoi flow è migliorata con questo intervento. Quando apri una automazione, ti appare una nuova grafica, più fresca, pulita, semplice e dove la nuova  distribuzione degli elementi ha privilegiato l’intuitività.
    Puoi vedere l’intero flusso e decidere dove cliccare per ottenere i relativi dettagli.
    Grazie ai tasti di zoom disponibili subito alla sua sinistra, puoi decidere di consultare lo step che desideri.
    Per facilitare l’accesso e la lettura delle statistiche, trovi i dati semplicemente cliccando lo step: consegna, bounce, aperture, etc. a portata di un clic.

 

 

  • Quando crei una nuova automazione, cliccando su Procedi, automaticamente è salvata nello stato bozza e la puoi trovare nel corretto tab.
  • Per modificare una automazione, se prima avresti dovuto cliccare sul simbolo della matita accanto al nome, ora seleziona dalla lista l’automazione ed entra in Impostazioni. Ricorda che non puoi modificare automazioni in corso.

 

impostazioni-automazioni

 

  • Inserimento di un wizard per la personalizzazione di un flusso: una volta ad esempio che hai scelto la sorgente e devi proseguire nel disegno del journey, cliccando sul simbolo +, la piattaforma ti accompagna nell’attività. Appaiono infatti nella parte destra dell’area di lavoro, tutte le opzioni disponibili per permetterti di identificare i vari step e definirne le caratteristiche.

 

wizard

 

  • Aprendo l’Email Editor si accede a una finestra più grande e recuperando il template desiderato, si avrà nella stessa schermata sia il codice HTML che l’anteprima senza dover cambiare tab e uscire.

 

email_editor-automazioni

Cosa significa?

Quelle proposte sono solo alcune delle numerose e interessanti migliorie apportate all’area Marketing Automation della piattaforma. Ogni intervento è rivolto a ottimizzare la tua attività e il tempo investito, e a darti gli strumenti per creare le tue campagne in semplicità e velocità, garantendo comunque un risultato di sicuro successo!

 

 

Continua a leggere

Novità in arrivo per la gestione del profilo personale e del tuo team. Rilascio AccountCentral UI v.3.0.0

Dal giorno 30 novembre 2022, sarà disponibile una nuova versione della piattaforma.
Il rilascio è pianificato dalle 11:15 alle 11:30 CET.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

Accesso in piattaforma

Accedendo alla piattaforma, visualizzi la nuova interfaccia della Marketing Cloud e nel rinnovato ambiente hai accesso diretto alle funzionalità disponibili per il tuo account.

Gestione del profilo personale

Potrai modificare il tuo profilo personale, aprendo la tendina in alto a destra e cliccando su Profilo. Qui troverai ad esempio l’area in cui tenere aggiornate le credenziali e assicurare massimi livelli di sicurezza di accesso ai tuoi ambienti.

Gestione del team

Infine, se hai un ruolo di Admin puoi gestire il Team, dall’area Impostazioni della UI unificata della Marketing Cloud disponibile in basso a sinistra, nel menù laterale

 

ac_release

Cosa significa?

Nell’ottica di migliorare la user experience degli utenti di piattaforma, stiamo intervenendo per ottimizzare la navigazione e la disposizione degli elementi e delle funzionalità all’interno della piattaforma, per renderla sempre più intuitiva, semplice da usare e al passo con i tempi.

 

 

changelog Guida Risorse Supporto

 

 

 

Continua a leggere

Facilita l’accesso alla piattaforma, attiva l’External Identity Provider

Si, te lo possiamo confermare, non è un errore quello che hai letto sulla pagina di login della piattaforma Contactlab.

 

External Identity Provider

 

Da qualche giorno è stata rilasciata la possibilità di richiedere l’attivazione dell’accesso in piattaforma tramite External Identity Provider.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

Questa nuova funzionalità ti consente di gestire in autonomia le utenze della tua azienda all’interno della piattaforma Contactlab, sia in termini di autenticazione che di autorizzazione, tramite federazione con i tuoi domini.

In parole più semplici, le stesse credenziali fornite ai tuoi utenti per accedere alle risorse del tuo dominio, possono essere utilizzate per entrare in piattaforma Contactlab, in modo del tutto trasparente all’utente.

Non è quindi necessario creare un account con specifiche credenziali e specifici permessi di accesso, direttamente sulla piattaforma Contactlab.

Per gli utenti in possesso degli opportuni diritti, al momento del login sulla piattaforma Contactlab il dominio è riconosciuto come federato e rediretto al tuo Identity Provider per le fasi di autenticazione e autorizzazione. Una volta confermato il riconoscimento, l’accesso alla piattaforma è garantito in tempo reale.

 

schema-eip

I benefici

  • Semplicità e risparmi operativi: per ognuno dei tuoi utenti non è necessario creare un nuovo account sulla piattaforma Marketing Cloud o Send. Diventi completamente autonomo nella gestione delle utenze che puoi fare direttamente sui tuoi sistemi, aumentando il controllo sugli accessi, riducendo le tue necessità operative di User Management, e quelle dei tuoi utenti che sono alleggeriti dalla gestione di un account supplementare.
  • Sicurezza: è posta maggiore attenzione alla fase di autenticazione, all’utente è chiesto di ricordare una sola credenziale. Diminuiscono le occasioni di scambio di dati riservati, oltre che aumentare le probabilità che le password scelte siano più robuste grazie alla non necessità di dover memorizzare un insieme di password diverse poiché avviene una sola volta e non a ogni accesso a una nuova risorsa.
  • Scalabilità: il tuo brand sarà in grado di assicurare l’accesso a tutti gli utenti necessari senza alcun vincolo sul numero di soggetti servibili. 

Quindi

Contatta il nostro Servizio Clienti per capire insieme quale sia la soluzione migliore per le tue esigenze. Pur essendo una funzionalità di piattaforma, è necessaria infatti l’attivazione.

A fronte della presenza sul mercato di diverse modalità per la federazione delle utenze, occorre definire tutti gli aspetti tecnici, partendo dalla condivisione dell’Identity Provider e dei protocolli che attualmente utilizzi, per le opportune verifiche di fattibilità.

Non attendere oltre, nuove opportunità ti aspettano!

 

 

Continua a leggere

Lavori in corso per la UI della Marketing Cloud

Non ci stancheremo mai di lavorare per rendere l’interfaccia della piattaforma sempre più user friendly! Quando parliamo di UI, il nostro obiettivo rimane quello di creare una user experience semplice, intuitiva e che permetta di creare campagne di successo nel più breve tempo possibile.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

I rilasci degli ultimi giorni vanno proprio in questa direzione. Abbiamo rivisto e aggiornato alcune sezioni, rendendole più snelle e facilmente navigabili.

HOME PAGE

  • Una rinnovata distribuzione degli elementi con la disponibilità di accesso immediato alle diverse funzionalità laddove esistano i permessi e cliccando sul tasto Esplora.
  • L’opportunità di rimanere sempre aggiornati su novità, ultimi rilasci e articoli di approfondimento a supporto dell’adozione della piattaforma.
  • Una sezione che raggruppa tutti i link diretti alla documentazione, al materiale dedicato agli sviluppatori e al nostro servizio di supporto clienti.

 

UI-release

PROFILO UTENTE

Nel menù a tendina in alto a destra, si può accedere a Profilo, una sezione dove sono stati fatti interventi nell’ottica di alleggerire le singole pagine, velocizzare la ricerca delle informazioni necessarie, semplificare la consultazione e migliorare la visualizzazione.

Tra i principali menzioniamo le funzioni di gestione pin e password che sono state riportate in un unico punto, all’interno del tab Centro Sicurezza.

IMPOSTAZIONI

Diverse sono le attività portate avanti fino ad ora su questa area:

  • Team: è stato creato un nuovo tab Utenze Applicative, disponibile solo a utenti autorizzati, dove è possibile conoscere tutte le utenze not human.
  • Utenti: è offerta la possibilità di gestire direttamente da UI l’assegnazione dei permessi di lettura o lettura/scrittura.
  • Retention Policy: alcuni utenti con permessi privilegiati, possono intervenire in questo punto per modificare il periodo di conservazione dei dati collezionati in piattaforma.

Cosa significa?

I lavori non sono terminati, anzi… siamo nel bel mezzo di un percorso di continuo rinnovamento che ci siamo impegnati a seguire per offrire non soltanto una piattaforma completa e ricca di funzionalità, ma facilmente utilizzabile da chiunque, senza necessità di competenze tecniche specifiche, intuitiva e che offra una user experience sempre ai massimi livelli.

 

 

Continua a leggere

Mantieni il controllo sui target delle tue spedizioni. Rilascio Plan UI v.1.47.0 & API v.1.36.1-2607

Dal giorno 25 ottobre 2022, sarà disponibile una nuova versione della funzionalità di segmentazione della piattaforma.
Il rilascio è pianificato dalle 14:00 alle 14:30 CEST.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

In caso di pianificazione andata in errore, puoi decidere se indirizzare i contatti già validati oppure chiedere l’aggiornamento dell’estrazione quando la riapri per attivare la spedizione.

Compare una schermata infatti, che ti dà la possibilità di scegliere se mantenere la lista di contatti già pronta o invece confermare l’estrazione di una lista al momento del nuovo invio.

 

plan error

Cosa significa

Questa nuova funzionalità diventa particolarmente interessante quando sono applicate politiche di non disturbo o in caso di errore di pianificazioni ricorrenti. Pensa ad esempio alle comunicazioni di Buon Compleanno. Poter riattivare invii andati in errore sul target originale della spedizione, diventa importante quando non si conoscono eventuali variazioni avvenute nel frattempo sul database. Non è garantito che tu stia mandando gli auguri a chi realmente rientrava nel segmento al momento dell’errore. Questo rilascio semplifica quindi la ricerca del target vero della campagna.

 

 

changelog Guida Risorse Supporto

 

 

 

Continua a leggere

DKIM: Firma al meglio le tue email e aumenta la deliverability

Domain spoofing, phishing e spear phishing sono ormai all’ordine del giorno e obbligano sempre più aziende a dotarsi di sistemi di autenticazione email per assicurarsi i migliori tassi di recapito, mantenendo alta la reputazione e riuscendo a superare i filtri anti spam. 

Nel recente passato abbiamo avuto occasione di raccontare come, accanto agli storici metodi SPF e DKIM, negli ultimi anni si sia affermato con forza anche l’utilizzo di DMARC.

DMARC si basa proprio su SPF e DKIM e aiuta chi spedisce – il sender e spesso il brand, e chi riceve – il receiver o mailbox provider, a determinare se un messaggio sia stato inviato legittimamente.

Per questo motivo le funzionalità di Send sono state da tempo potenziate in modo da fornire gli strumenti per ottenere la piena aderenza ai requisiti che il protocollo DMARC impone e consentire di trarre tutto il vantaggio dai benefici offerti dalla sua adozione.

In questo articolo vedremo insieme come le modalità di selezione della DKIM con cui firmare le email su Send garantiscano un DMARC alignment sempre più efficace.

DKIM, DMARC e DMARC alignment

Cosa è il protocollo DKIM

DomainKeys Identified Mail è uno standard di autenticazione email che ti permette di firmare digitalmente i messaggi e offrire a chi li riceve, la possibilità di verificarne:

  • L’autenticità e quindi che tu sia realmente autorizzato a spedirli.
  • L’integrità ovvero che il contenuto non sia stato manomesso durante la trasmissione.

In che modo? Al momento della ricezione dell’email e prima di recapitare il messaggio, il server del destinatario verifica, tramite autenticazione crittografata, che la chiave nell’header sia quella associata al dominio mittente. In caso affermativo, l’email finisce nell’inbox.

La multi-DKIM

📣 In particolare Send ti permette di gestire su un unico account, DKIM personalizzate su base dominio, garantendone l’allineamento con i tuoi domini mittenti, nei termini riassunti qui sotto, parlando di DMARC.

Puoi così utilizzare domini diversi per newsletter differenti come ad esempio mailing di prodotto o comunicazioni commerciali, ed essere sempre conforme a DMARC e assicurarti la massima deliverability.

Inoltre, su Send è offerta la possibilità di impostare chiavi a 2048 bit per il tuo account, confermando Contactlab tra i primi ESP a proporre servizi di sicurezza così elevati e senza costi aggiuntivi.

Come funziona DMARC

DMARC è un sistema di notifica grazie al quale, in qualità di mittente, puoi acquisire visibilità sul traffico del tuo dominio. Oltre a segnalare il risultato del consueto check su SPF e DKIM, l’implementazione di questo metodo crea un collegamento tra il dominio visibile al lettore (header FROM – RFC 5322) e i domini tecnici (Envelope From domain RFC 5321 e DKIM domain).

Se il dominio visibile from è uguale al dominio SPF o DKIM, allora si verifica il DMARC alignment ossia la condizione di allineamento che permette alla email di essere recapitata correttamente.

 

multi-dkim su Send

 

Nel caso invece che DMARC rilevi un disallineamento tra i domini, sei tu mittente a indicare al mailbox provider receiver – Gmail, Microsoft, Yahoo! – come gestire la email non allineata. E lo puoi fare utilizzando una logica di severity progressiva in cui richiedi al mailbox provider di:

  • non applicare policy e quindi non intraprendere azioni specifiche sulle email in errore: p=none
  • mettere la email non allineata in spam: p=quarantine
  • rifiutare la email: p=reject

Appare immediato come al diffondersi di DMARC, si renda sempre più necessaria la personalizzazione del dominio della DKIM e il suo allineamento con il tuo dominio mittente.

Nuove modalità di selezione della DKIM su Send

Semplificando quindi, il DMARC alignment si verifica quando dominio del from e dominio DKIM sono identici.

Nella realtà però, la regola potrebbe richiedere una maggiore articolazione. Due domini portano al DMARC alignment quando i loro domini organizzativi coincidono e in questo caso si parla di relaxed alignment. Il dominio organizzativo è la parte principale di un dominio.

Prendendo come esempio mail.domain.com, il dominio organizzativo è domain.com. Si usa infatti dire che il dominio organizzativo è di norma il corporate domain, o brand domain.

Se consideriamo quindi questa versione più allargata della regola, è possibile avere DMARC alignment, sicuramente nei casi di perfetta coincidenza tra domini, ma anche in ulteriori situazioni.

Esempio 1
From: mybrand.com
DKIM: news.mybrand.com
DKIM: bulk.mybrand.com

Esempio 2
From: info.mybrand.com
DKIM: news.mybrand.com
DKIM: bulk.mybrand.com
DKIM: subs.mybrand.com

Ti si apre quindi la possibilità di impostare di volta in volta, nelle spedizioni email un From il cui dominio non sia necessariamente coincidente con uno dei domini DKIM firmati, ma che comunque ne condivida il dominio organizzativo.

Le recenti novità introdotte in Send hanno recepito le potenzialità derivanti dall’adottare il relaxed alignment nella scelta della DKIM con cui firmare le email, in modo da venire incontro alle tue esigenze reali, prima fra tutte, la volontà di impostare nel From il corporate domain, senza dover necessariamente definire su di esso una firma DKIM, con eventuale necessità di delega a Contactlab del dominio di primo livello.

Concludendo

DMARC si sta affermando sempre più perché garantisce la reputazione e una buona visibilità anche grazie al supporto di BIMI e perchè previene il domain spoofing. Per beneficiarne però al massimo, occorre sempre garantire l’allineamento dei domini mittente e firmato, nella scelta della DKIM.

Grazie alla rivisitazione dei criteri di scelta della DKIM su Send puoi garantire appieno il rispetto di questo requisito, beneficiando di:

  • Maggiore flessibilità nell’utilizzo di domini diversi per newsletter differenti.
  • Nessuna delega a Contactlab di domini di primo livello.
  • Piena conformità a DMARC e miglioramento del servizio offerto da SPF e DKIM.
  • Massimi livelli di deliverability e salvaguardia della reputazione.
  • Protezione del tuo business.
  • Conformità al GDPR.
  • Apertura alle possibili evoluzioni in tema di sicurezza.

 

 

changelog Guida Risorse Supporto

 

 

 

Continua a leggere

A/B test: utilizza gli email template creati con Email Designer – Rilascio Send v.7.15.0

Ancora l’editor Email Designer al centro dell’attenzione questa volta per un rilascio pianificato per il giorno 22 settembre 2022, dalle 10:00 alle 10:45 CEST.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

Per scoprire quale comunicazione email sia la migliore per il tuo pubblico, puoi ricorrere all’A/B Test. Fissi gli obiettivi. Spedisci due comunicazioni differenziandole nell’oggetto, nel mittente oppure nel contenuto. Analizzi e compari le prestazioni delle spedizioni e conosci quella preferita dai tuoi contatti direttamente da loro.

Ed è qui che entra in gioco tutto la potenza di Email Designer. Con questo rilascio sarà possibile utilizzare i template email che avrai creato con Email Designer per stupire i tuoi clienti.

Direttamente dal pannello di creazione della spedizione, potrai accedere con un clic ai tuoi template, modificarli con Email Designer o crearne di nuovi, ottenere l’html da inserire nella spedizione, e confermarne l’utilizzo per l’invio dell’ A/B Test.

ab test delivery

Cosa significa?

L’impareggiabile valore dell’editor Email Designer è ormai noto a tutti: semplice, veloce, intuitivo, ma allo stesso tempo completo e ricco di funzionalità che aprono le porte alla tua creatività. Poterne disporre anche nelle spedizioni di test da cui può dipendere il successo della tua campagna, è la grande opportunità che offre questo rilascio. Una combinazione mai vista prima.

Non spedire a caso, scegli l’email che convince di più i tuoi contatti.

 

 

 

changelog Guida Risorse Supporto

 

 

 

Continua a leggere

Email Designer non è andato in vacanza, novità già disponibili in piattaforma!

Perchè investiamo molte risorse nell’evoluzione costante e continua dell’editor Email Designer? Spesso il viaggio con i tuoi clienti inizia proprio da una email. Riuscire a disegnare e creare email che attirino l’attenzione, navigabili, fruibili facilmente anche in mobilità, sono la chiave per portare a bordo immediatamente i consumatori e accompagnarli nelle scelte dei tuoi prodotti e dei tuoi servizi.

Un email template coi fiocchi può diventare la chiave per aumentare le tue conversioni e rinvigorire il business.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

Allineamento verticale

Le colonne all’interno di una singola riga ora possono essere allineate lungo un’asse verticale.

Con l’obiettivo di offrire una migliore leggibilità delle email e un’ottimizzazione della visualizzazione, questo rilascio ti permette di ottenere un maggior controllo sulla disposizione degli elementi nei template a più colonne, migliorando nel contempo la tua esperienza utente.

La nuova funzionalità supporta la creazione dei tuoi html quando il contenuto non è distribuito in modo uniforme nelle righe.

È possibile scegliere fra opzioni di allineamento superiore, centrale o inferiore per allineare il contenuto di ogni singola riga contenente due o più colonne.

 

ed-news-agosto

Cosa significa?

Immagina una una riga a due colonne: nella prima decidi di utilizzare un’immagine, nella seconda inserisci del testo. Ti può capitare di avere righe con altezze diverse, ritrovandoti con dello spazio indesiderato sotto la colonna con meno contenuto.

L’intera riga erediterà sempre l’altezza della colonna più alta. Se l’immagine non è alta quanto il testo dell’altra colonna, il contenuto del testo occuperà l’intera altezza della riga e l’immagine si troverà in cima alla riga, con molto spazio bianco sotto di essa.

Con questa nuova funzione, puoi decidere tu l’allineamento, ad esempio centrale, per creare una quantità uguale di spazio sopra e sotto l’immagine.  Se preferisci invece che l’immagine sia visualizzata al limite inferiore della riga, è possibile selezionare l’allineamento inferiore.

 

 

 

changelog Guida Risorse Supporto

 

 

 

Continua a leggere

Ancora novità per la UI dell’area profili clienti! – Rilascio Hub Marketing Cloud v.7.3.0

Continuano le novità per l’area Customer della piattaforma.
Il prossimo rilascio è previsto per il giorno 31 agosto 2022, dalle 12:00 alle 12:30 CEST.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

L’attuale sezione Clienti ed eventi sarà sostituita dalla nuova KPI Eventi e sarà possibile navigare i principali indicatori di performance di alcuni contesti e accedere a selezionati dati salienti del tuo business.

Grazie a dashboard riassuntive, potrai accedere a dati:

  • Sugli acquisti complessivi, ecommerce e retail.
  • Sul dettaglio del mondo ecommerce.
  • Sul contesto web.

Potrai visualizzare per esempio, il valore complessivo delle entrate e lo stesso dato per ogni singolo contesto, il ricavo medio per cliente e per ordine, il numero di ordini, il totale pagine visualizzate, etc.

Avrai a colpo d’occhio l’opportunità di conoscere la fotografia dei KPIs in un unico punto potendo selezionare l’orizzonte temporale desiderato, fotografia sia spaccata per ogni contesto che aggregata.

 

MC release

Concludendo

Mettendo mano a dashboard e navigabilità dei dati relativi alla tua base clienti e ai loro comportamenti di acquisto e web, possiamo offrire ulteriori strumenti di analisi per partire dalla conoscenza del passato e costruire il futuro basandoti sui dati.

Contattaci e con il supporto dei nostri esperti dei dati potrai inoltre impostare attività volte a valorizzare al massimo tutte le informazioni che raccogli e possiedi, elaborarle e aumentare sempre di più il valore di ogni singolo profilo cliente.

Tanto lavoro è stato fatto ma continua a seguirci. Stiamo già realizzando tante novità per la piattaforma, per le tue attività di digital marketing, per te, per il tuo business.

 

 

changelog Guide Resources Support

 

 

 

Continua a leggere

Nuove funzionalità per l’editor Email Designer

Diversi studi confermano che circa il 70% delle aperture delle email avviene da mobile, un comportamento che ci porta a investire constantemente sulla qualità di visualizzazione delle email da questi dispositivi, ma anche a ottimizzare le modalità di progettazione delle email.

Email Designer mette così a disposizioni alcune interessanti funzionalità proprio per agevolare il tuo intervento in fase di creazione dei template email.

Cosa puoi fare grazie a questo rilascio?

Miglioramenti della modalità di progettazione mobile

Con l’obiettivo di ridurre i tempi di personalizzazione delle campagne email, assicurarsi template responsive e migliorare la fruizione da dispositivi mobili, puoi ora controllare i singoli elementi delle tue email direttamente nella viewport mobile con pochi clic e senza influenzare il design desktop.

Cliccando l’icona Mobile di una proprietà di contenuto mentre si è in modalità di progettazione mobile, puoi:

  • Centrare o allineare i contenuti a più colonne su mobile.
  • Impostare un valore di padding diverso per il mobile rispetto al desktop.
  • Modificare la dimensione del font.

Le modifiche apportate sono applicate solo all’output mobile.

 

 

Cosa significa?

Fino oggi l’unico modo per differenziare o separare i contenuti tra mobile e desktop era quello di sfruttare Hide on Mobile. Si rendeva necessario duplicare il contenuto e poi nasconderlo nella visualizzazione desktop per renderlo disponibile solo da dispositivo mobile: un investimento di risorse ed energie non sempre ottimale. Abbiamo lavorato per te e per il tuo business.

Bordi e angoli arrotondati per l’area Contenuto

Bordi

Con questo rilascio puoi impostare un bordo a livello di riga o di colonna direttamente nella barra laterale, nella scheda Righe, sia nella versione desktop che mobile.

Le caratteristiche del bordo che puoi impostare sono:

  • Tipo: solido, punteggiato, tratteggiato
  • Spessore
  • Colore

Un suggerimento importante che ti diamo è di non superare una larghezza bordo di 8 pixel nel caso in cui la resa su MS Outlook sia un aspetto rilevante per le tue campagne in quanto questo client di posta non supporta dimensioni superiori.

Cosa significa?

Siccome i bordi aiutano a organizzare e mettere in relazione gli elementi di un template, questa funzionalità ti consente di distribuire i contenuti in modo più fruibile e leggibile per riga o colonna anziché per blocco.

Angoli arrotondati

 

ed-julyrelease

Per creare un design moderno ed elegante in pochi minuti, è possibile applicare a livello di riga angoli arrotondati nell’area di contenuto, sia nella versione desktop che mobile.

Puoi modificare le caratteristiche degli angoli nella barra laterale, nella scheda Righe, intervenendo sul raggio di tutti e quattro gli angoli o controllare singoli angoli facendo clic su Altre opzioni.

Suggerimento: siccome la maggior parte dei client di posta elettronica MS Outlook non supporta gli angoli arrotondati, considerate questa limitazione nell’utilizzo della funzionalità.

Cosa significa?

Studi dimostrano che gli angoli arrotondati offrono alcuni vantaggi per il design e quindi la lettura di una email tra cui:

  • Appaiono meno luminosi e presentano un’immagine meno faticosa da visualizzare per gli occhi.
  • Gli occhi umani vedono gli spigoli arrotondati come più sicuri.
  • I nostri occhi elaborano le informazioni in bolle in modo più efficace rispetto a quelle presentate in scatole.

 

 

 

 

changelog Guida Risorse Supporto

 

 

 

Continua a leggere