Archivio spedizioni

Nell’archivio spedizioni si trovano tutte le statistiche sulle spedizioni già effettuate.

N.B.: le statistiche dettagliate e i report scaricabili, saranno disponibili fino a 365 giorni dalla spedizione

La schermata principale di quest’area riporta l’elenco di tutte le spedizioni effettive effettuate fino a quel momento (vedi fig. 1) Per visualizzare le sole spedizioni di test è necessario filtrare le spedizioni attraverso l’apposito menù a tendina evidenziato in figura 1

clab_controlla_archivio_spedizioni

Figura 1: L’archivio spedizioni.

Inoltre è possibile selezionare le spedizioni inviate a filtri vuoti, ovvero senza destinatari (fig. 2)

clab_controlla_archivio_spedizioni_filtri

Figura 2

Cliccando sugli appositi pulsanti è possibile visualizzare l’andamento delle spedizioni degli ultimi 30 giorni o ,se presente, la suddivisione per categoria (vedi fig. 3) Le **categorie permettono di classificare le spedizioni in base al contenuto commerciale.

clab_ctrl-archivio_spedizioni_02

Figura 3: Andamento ultimi 30 giorni e Suddivisione categorie

Il pulsante “Effettua una ricerca” (v. fig. 4) permette di cercare la spedizione desiderata in base a diversi criteri: Oggetto/Titolo della spedizione, data, ID, Etichetta (se ci sono etichette impostate), filtri, categorie, mezzi, etc. E’ inoltre possibile ricaricare i parametri di ricerca di un gruppo virtuale precedentemente salvato.

clab_controlla_effettua_ricerca

Figura 4: motore di ricerca

Infine è possibile scaricare l’elenco completo delle spedizioni effettuate in formato csv cliccando sull’apposito pulsante “Scarica elenco spedizioni” (fig.5)

clab_controlla_scarica_spedizioni

Figura 5: scarica elenco spedizioni

Ecco una breve legenda dei campi contenuti nel report:

Nome Campo nel CSV Descrizione Valori
Id spedizione id_delivery Id spedizione (id_delivery) : Identificativo numerico della spedizione numerico
Newsletter (Gruppo email) newsletter Newsletter (newsletter) : Nome del gruppo email testuale
Oggetto subject Oggetto (subject) : Oggetto della spedizione testuale
Non consegnate bounce Non consegnate (bounce) : Numero di bounce numerico
Spedite users Spedite (users) : Numero di utenti considerati per la spedizione (include bounce, blacklist e indirizzi non validi) numerico
Data delivery_date Data (delivery_date) : Data di spedizione data
Tipo spedizione (test/effettiva) test Tipo di spedizione (test) : Spedizione effettiva/test 0:EFFETTIVA 1:TEST
Canale medium Medium (medium) : EMAIL/SMS/PUSH 0:EMAIL 1:SMS 3:PUSH
Id filtro spedizione qualifier_id Id filtro spedizione (qualifier_id) : Identificativo numerico del filtro di spedizione numerico ( 0 = tutti gli utenti)
Id database userdb_id Id database (userdb_id) : Identificativo numerico dello userdb numerico
Id categoria (settore) category_id Id categoria (category_id) : Identificativo numerico del settore merceologico primario numerico ( 0 = non definito)
Numero domini num_domains Numero domini (num_domains) : Numero di diversi domini presenti numerico
Consegnate delivered Consegnate (delivered) : Numero messaggi consegnati (‘spedite’ – bounced – blacklisted – errors) numerico
Annullati cancelled Annullati (cancelled) : Numero messaggi non inviati a seguito di una interruzione di spedizione numerico
Feedback loop fbl Feedback loop (fbl) : Numero di feedback loop numerico
Abuse abuse Abuse (abuse) : Numero di abuse numerico
List unsubscribe listunsubscribe List unsubscribe (listunsubscribe) : Numero di utenti che hanno utilizzato il parametro ‘list-unsubscribe’ (vd. Blacklist nella guida di Send) numerico
Già blacklistati blacklist Già blacklistati (blacklist) : Numero di utenti già presenti in blacklist permanente numerico
Blacklist temporanea blacklist_temp Blacklist temporanea (blacklist_temp) : Numeri di utenti già inseriti in blacklist temporanea numerico
Errori error Errori (error) : Numero di errori numerico
Aperture uniche view_u Aperture uniche (view_u) : Numero di aperture uniche numerico
Aperture ripetute view_r Aperture ripetute (view_r) : Numero di aperture ripetute numerico
Aperture nascoste view_h Aperture nascoste (view_h) : Numero di aperture nascoste numerico
Aperture webmail view_wm Aperture webmail (view_wm) : Numero di aperture webmail numerico
Aperture versione online view_ovu Aperture versione online (view_ovu) : Numero di aperture versione online numerico
Aperture da mobile view_mobile Aperture da mobile (view_mobile) : Numero di aperture da smartphone/tablet numerico
Click unici click_u Click unici (click_u) : Numero di click unici numerico
Click ripetuti click_r Click ripetuti (click_r) : Numero di click ripetuti numerico
Segnalazioni a un amico uniche taf_u Tell a friend unici (taf_u) : Numero di tell a friend unici numerico
Segnalazioni a un amico ripetute taf_r Tell a friend ripetuti (taf_r) : Numero di tell a friend ripetuti numerico
Disiscrizioni unsubscribe Disiscrizioni (unsubscribe) : Numero di disiscrizioni da link di sistema Contactsend numerico
Aggiornamento profilo utente updates Aggiornamento dati (updates) : Numero di click su link di aggiornamento profilo da parte dell’utente numerico
Utenti entrati in blacklist temporanea blacklisting_temp Utenti entrati in blacklist temporanea (blacklisting_temp) : Numero di nuovi ingressi in blacklist temporanea numerico
Utenti entrati in blacklist definitiva blacklisting_final Utenti entrati in blacklist definitiva (blacklisting_final) : Numero di nuovi ingressi in blacklist permanente numerico
Etichette etichette Etichette (etichette) : Elenco etichette applicate alla spedizione nel formato chiave/valore testuale
Titolo title Titolo (title) : titolo della spedizione testuale

Cliccare sull’icona a sinistra di ogni spedizione per visualizzare un riepilogo sulle principali statistiche, quali aperture, click, consegnate, bounce, etc

clab_ctrl_archivio_spedizioni_riepilogo

Figura 6: Dati riepilogo spedizione

Le etichette sono uno strumento che consente di creare dei criteri di ricerca personalizzati. Ad ogni spedizione si possono applicare una o più etichette con un determinato valore. Ad esempio, poniamo il caso in cui un’azienda spedisca il gruppo X per conto di diversi clienti. Potrà creare su ogni spedizione delil gruppo X un’etichetta “Nome_cliente” con valore diverso a seconda del cliente (Nome_cliente=Tomato, Nome_cliente=Google, Nome_cliente=Pippo S.p.A ecc…) Quando dovrà cercare le spedizioni delil gruppo X fatte per la Pippo S.p.A, sarà sufficiente immettere come criterio la ricerca per etichetta, selezionare l’etichetta Nome_cliente e mettere come parola chiave “Pippo”.

Per inserire nuove etichette o gestire quelle esistenti, cliccare sull’icona del post-it presente nella colonna “Etichette” accanto all’oggetto della spedizione (fig.7).

clab_controlla_etichetta

Figura 7: etichetta spedizione

Inserire quindi nome etichetta e valore e cliccare sull’icona “del più” (v. fig 8). Infine salvare le modifiche (v. fig. 9)

clab_crea_etichetta01

Figura 8: aggiungere etichetta

clab_crea_etichetta02

Figura 9: salvare etichetta

Per accedere alle statistiche di una spedizione, cliccare sul titolo della spedizione stessa.

Le statistiche di una spedizione sono divise in schede:

Nelle schede “Non consegnate“, “Aperture” e “Links“, cliccando su “Tabella utenti”, sarà visibile un pulsante “Scarica elenco utenti – estrazione estesa“. Quel pulsante permette di scaricare l’elenco degli utenti che hanno compiuto l’azione (cioè che non hanno ricevuto la mail se ci si trova nella scheda “Non consegnate”, che hanno aperto la mail oppure che hanno cliccato sui link) in modalità “estesa”. L’estrazione in modalità estesa conterrà, oltre alle email degli utenti, anche gli altri campi visibili (cfr. “Configura–>DB utenti”).

Per campi visibili si intendono i campi resi visibili dal pannello di controllo del database, nella scheda Configurazione > Gestione campi. Quando si richiede un’estrazione estesa, il sistema associerà ad ogni utente i campi che in quel momento sono “campi visibili” nel database.

ATTENZIONE! L’estrazione estesa è valida solo se il database associato al gruppo è ancora lo stesso di quando è stata fatta la spedizione. Se invece la spedizione è stata fatta utilizzando un db, e poi al gruppo è stato successivamente associato un altro db, è inutile fare l’estrazione estesa. Questo perchè l’elenco degli utenti registrato nelle statistiche non corrisponderebbe più agli utenti presenti nel database e di conseguenza i campi visibili verrebbero associati all’utente sbagliato.

Sommario Questa scheda contiene un riepilogo dei dati della spedizione e le statistiche sulle mail consegnate e non, le cause di mancata consegna, il numero di mail aperte e il link tracking (fig. 10)

clab_ctrl_archivio_spedizioni_sommario Figura 10

Il grafico sulle email spedite mostra quanti messaggi sono stati effettivamente consegnati, quanti respinti (bounce) e gli eventuali errori. Nel grafico a fianco compaiono invece le maggiori cause per cui le email sono state respinte (casella piena, casella inesistente, impossibile contattare il server, ecc…) Nelle ultime due torte è possibile vedere la percentuale di email aperte dai destinatari e il tracciamento dei link presenti nel messaggio. Il valore “Utenti che hanno cliccato” è il dato relativo ai click univoci degli utenti (se clicco su 3 link diversi sarò contato una sola volta).

Grafico “Bubble chart drill-down” Per le spedizioni fatte su db con campi filtro impostati, nella scheda “sommario” sarà visualizzato un grafico a bolle (bubble chart) che mostrerà la spedizione su un grafico dove le ascisse rappresentano le aperture e le ordinate i click. Ci sarà anche l’indicazione della media di tutte le spedizioni (fig. 11)

clab-controlla_bubblechart Figura 11

Cliccando sulla bolla essa verrà esplosa in bolle più piccole rappresentanti i valori dei campi filtro (fig. 12). clab-controlla_bubblechart_drilldown Figura 12

Settore E’ possibile associare ogni spedizione ad uno dei settori merceologici preimpostati:

clab_ctrl-assegna_settore Figura 13

La categorizzazione per settore è molto importante soprattutto se si inviano messaggi riguardanti settori molto diversi tra loro. Sarà poi possibile ottenere delle statistiche sulla distribuzione per categoria delle spedizioni effettuate.

Nella home page dell’archivio spedizioni sarà visibile un grafico a torta con la suddivisione delle spedizioni per settore. Inoltre accanto ad ogni spedizione comparirà un pallino di colore diverso a seconda del settore primario assegnato (vd. fig. 14).

clab_ctrl-settoreFigura 14

 

Anteprima istantanea su differenti client

Qui puoi utilizzare il sistema di anteprima istantanea che mostra il messaggio visualizzato su diversi client e sistemi operativi. Cliccando il pulsante Visualizza anteprima puoi recuperare l’ultima anteprima generata per questo messaggio. Potrebbe non corrispondere al messaggio effettivamente inviato, nel caso siano state apportate modifiche successive all’ultima generazione di un’anteprima.

Le anteprime possono essere recuperate fino a un massimo di 90 giorni dopo essere state generate. In alternativa puoi generare una nuova anteprima tramite il pulsante Forza nuova anteprima. Per maggiori dettagli puoi leggere questa pagina.

 

Invii Qui sono raccolti i dati sugli Invii. Nei sottomenù “Spedite”, “Consegnate”, “Non consegnate”, “Errori”, “Blacklist” sono contenuti i relativi grafici e dati statistici dettagliati.

Spedite Qui vengono descritti i dati relativi alle email spedite. Sono presenti: un grafico che mostra le email spedite per ogni dominio (ad es. 3000 email su libero.it, 2500 su yahoo.it, ecc…); una “tabella utenti” che elenca i singoli utenti, indirizzo email e dominio, a cui sono state spedite le email.

Consegnate Qui vengono descritti i dati relativi alle email consegnate. Sono presenti un grafico che mostra le email consegnate per ogni dominio e una “tabella utenti” che elenca i singoli utenti, indirizzo email e dominio, a cui sono state consegnate le email.

Non consegnate In questa scheda si trovano le statistiche relative alle email non consegnate (fig. 15). La scheda più significativa è probabilmente la prima, che elenca e mostra in un grafico i motivi di mancata consegna. Lo “Split domini” mostra invece il numero di messaggi respinti da ogni dominio.Nella tabella utenti, c’è l’elenco degli utenti a cui l’email non è stata consegnata.

clab_ctrl-bounce

Ecco una legenda dei codici numerici che identificano i bounce:

 

1 Bad destination mailbox address Definitiva L’indirizzo email specificato non esiste. Ciò significa che la porzione a sinistra della @ non è valida.
2 Bad destination system address Temporanea Il dominio specificato nell’indirizzo email non è in grado di accettare email.
3 Bad destination mailbox address syntax Temporanea E’ stato rilevato un problema sintattico da parte del dominio ricevente
4 Recipient Block Policy Temporanea l’utente ricevente ha creato (unicamente a livello della propria casella) un filtro personale che blocca l’indirizzo o il dominio mittente della mail.
5 Bad sender’s mailbox address syntax NO L’indirizzo mittente non era sintatticamente valido.
6 Bad sender’s system address NO Il dominio mittente non è in grado di accettare email di risposta.
7 Other or undefined mailbox status NO La casella di posta non è stata in grado di accettare email
8 Mailbox disabled, not accepting messages Temporanea La casella di posta esiste ma non accetta messaggi. Può essere un errore temporaneo o definitivo.
9 Mailbox full Temporanea La casella di posta dell’utente è piena perché è stata raggiunta la sua capacità massima. Può liberarla cancellando i messaggi.
10 Message length exceeds administrative limit Temporanea È stato superato un limite amministrativo nella dimensione del messaggio. Questo errore si genera quando la dimensione consentita dalla casella del destinatario è minore del limite generico di sistema.
11 Reputation block NO Messaggio respinto a causa di problemi di reputazione dell’indirizzo IP o del dominio mittente, causati ad esempio dalla sua presenza in blacklist pubbliche o blocchi da parte di sistemi antispam, sugli email provider che restituiscono questo tipo di bounce. Una problematica di questo tipo si risolve non appena l’IP o il dominio vengono sbloccati o de-listati, per tale motivo questo tipo di bounce non causa l’inserimento in blacklist dell’indirizzo email.
12 No answer from host NO Il tentativo di connessione in uscita non è stato accettato o perché il Sistema era occupato o perché incapace.
13 Bad connection NO La connessione in uscita è stata stabilita ma è stata incapace di processare il messaggio, o perché andato in time out o per scarsa qualità di connessione.
14 Routing server failure NO Il sistema non è stato in grado di inoltrare il messaggio a causa di server directory non disponibili (es: impossibilità di connettersi al server DNS).
15 Unable to route Temporanea Il sistema non riesce ad individuare il percorso corretto per raggiungere il server di destinazione. A volte potrebbe dipendere anche dall’inesistenza del dominio.
16 Routing loop detected NO I mail server controllano se lo stesso messaggio passa da loro più volte e dopo l’ennesima volta (a discrezione del postmaster come sempre) decidono che il messaggio non arriverà mai a destinazione e lo rimandano indietro comunicando il rifiuto.
17 Delivery time expired NO Il nostro sistema, in caso di irraggiungibilità del server di posta ricevente (senza ricevere rifiuto specifico) effettua molteplici retry. Se dopo 48 ore ancora non è riuscito a consegnare il messaggio questo viene considerato fallito e categorizzato come bounce. (la causa può essere un server temporaneamente fuori uso o un dominio senza record MX)
18 Other or undefined protocol status NO Si è verificato un errore nel protocollo di trasmissione di messaggio
19 Invalid command NO È stato immesso un comando di protocollo fuori sequenza o non supportato.
20 Syntax error NO È stato immesso un comando di protocollo che non può essere interpretato perché la sintassi è errata o non è stato riconosciuto.
21 Delivery not authorized, message refused NO Il sender non è autorizzato ad inviare al destinatario indicato. La causa potrebbe essere un blocco del filtro anti-spam per-host o per-recipient.
22 Relaying Denied NO In un passaggio sui vari server, uno di questi non ha potuto consegnare l’email. Il messaggio viene rifiutato dal server, potrebbe dipendere dal mittente che viene riconosciuto come non valido o non accettabile
23 Service not available – access denied NO Tipicamente causato da indirizzi email errati o vecchi; quando si cerca di consegnare mail a un server che è destinato solo a spedire posta e non a riceverne. A volte viene usato come risposta quando le mail vengono rifiutate perché giudicate spam.
24 Message considered to be spam NO Il messaggio è considerato spam


Errori In questa scheda vengono riportati gli eventuali errori nella spedizione, ovvero gli indirizzi email con sintassi non corretta.

Blacklist/Robinson list Qui vengono riportati i messaggi che non sono stati inviati perchè inseriti nella Blacklist di ContactLab. Ulteriori informazioni sulla Blacklist sono reperibili nel cap. “Controlla–>Blacklist” di questo manuale. Nel dettaglio vengono mostrati:

  • gli indirizzi inseriti in blacklist a seguito dell’invio corrente: con suddivisione tra blacklist temporanea e blacklist definitiva
  • gli indirizzi già presenti in blacklist prima dell’invio: sia in termini di top domini sia di composizione blacklist (temporanea e definitiva).

Sono inoltre mostrati gli indirizzi email presenti nelle Robinson List, ovvero registri di opposizione nazionali a cui i cittadini di diversi Paesi possono iscriversi per non ricevere più comunicazioni attraverso determinati mezzi. Gli indirizzi presenti nella lista verranno esclusi automaticamente dagli invii. La prima robinson list supportata è quella spagnola.

Abbandoni Saranno riassunte le varie motivazioni di “abbandono” di un utente: unsubscribe, list unsubscribe, feedback loop, abuse

Aperture Qui sono raccolte le statistiche riguardanti le email aperte.

Come fa Contactsend a capire quando un’email è stata effettivamente aperta? All’interno di ogni messaggio in uscita dalla piattaforma, viene automaticamente inserito un codicino che richiama una “immagine spia“: si tratta di una minuscola immagine di 1 pixel x 1 pixel, invisibile all’utente finale, che viene caricata insieme a tutte le altre immagini presenti, all’apertura del messaggio. Quando l’immagine spia viene caricata, il server su cui essa si trova lo registra, consentendo a ContactLab di sapere che l’email è stata aperta.

Ovviamente, però, se per qualunque motivo l’immagine spia non viene caricata, Contactsend non saprà mai che il messaggio è stato aperto. Può capitare che alcuni programmi di posta (Outlook, Thunderbird o altri) o alcune webmail (Yahoo!, Gmal ecc…), blocchino le immagini presenti nelle email in formato html. Se il blocco delle immagini non viene rimosso, l’apertura non sarà registrata da ContactLab. Poniamo però il caso in cui il blocco sulle immagini sia attivato (quindi le immagini non sono state caricate), dove però l’utente vada a cliccare su un link all’interno del messaggio. A questo punto, anche se l’immagine spia non è stata caricata a causa del blocco, Contactsend registra il click sul link: se l’utente ha cliccato su un link, significa che ha aperto l’email! Questa apertura verrà quindi registrata comunque, sotto l’apposita scheda “aperture nascoste“.

Nella scheda “Aperture” troviamo dati statistici relativi alle aperture. Di seguito spiegazione delle singole schede che compongono questa sezione.

  • Nella scheda “riepilogo” viene mostrato l‘andamento grafico delle aperture uniche e ripetute nei 10 giorni successivi alla spedizione, sia il dato puntuale che il dato cumulativo (fig.16)

clab_ctrl-aperture_sommario

Figura 16

  • Nella scheda “grafico” viene mostrato l’andamento grafico delle aperture entro un determinato intervallo di tempo (da 1 ora fino a 30 giorni), fig. 17

clab_ctrl-aperture_grafico

Figura 17

  • Nella scheda “browser” si possono vedere come si distribuiscono le aperture sui vari browser (fig. 18)

clab_ctrl-aperture_browsers

Figura 18

Nella scheda “webmail-mobile” si possono vedere le percentuali di apertura per tipo di dispositivo di ricezione: client di posta, webmail o dispositivo mobile e grafico relativo alle aperture da webmail, che mostra la suddivisione per dominio (fig. 19).

clab_ctrl-aperture_webmail

Figura 19

Nota: I dati qui riportati in interfaccia sono relativi alle aperture uniche, mentre scaricando il relativo report nella scheda “Report” sono riportate tutte le aperture (anche fatte più volte dalla stessa persona a distanza di tempo).

Per quanto riguarda i dispositivi mobili, i grafici mostrano modello e la famiglia (marca) del dispositivo, fig. 20:

clab_ctrl-aperture_mobile

Figura 20

  • Nella scheda “tabella utenti” vengono mostrati gli utenti che hanno aperto la campagna con riferimento al device utilizzato e alla data/ora dell’azione
  • Nella scheda “Distribuzione geografica” (fig.21) vengono mostrate le principali country da cui le campagne sono state aperte. Viene preso come riferimento l’indirizzo IP, per cui potrebbero esserci dei falsi positivi.

clab_ctrl-aperture_distribuzione_geografica

Figura 21

Nella scheda “andamento giorno/ora” vengono mostrati giorni della settimana e gli orari in cui la spedizione ha registrato più aperture (fig 22).

clab_ctrl-aperture_giorno_ora

Figura 22

Click Questa scheda riguarda i link presenti all’interno del messaggio. Il numero di link presenti, il numero di utenti che ci hanno cliccato sopra, la distribuzione geografica dei click, la categoria dei click. Nella scheda “riepilogo” viene mostrato l’andamento dei click nei 10 giorni successivi all’invio, è disponibile sia il dato puntuale che il dato cumulativo (fig. 23) .

clab_ctrl-click

Figura 23: riepilogo statistiche sui click dei link della spedizione

Cliccando su “m**appa link” (fig. 24) viene mostrata un’anteprima grafica del messaggio, sulla quale sono stati inseriti, in corrispondenza di ogni link, delle label che indicano il numero di click e relativa percentuale (quanto un link è stato cliccato rispetto agli altri). In questo modo si può controllare visivamente quali zone del testo sono più cliccate e rivedere la disposizione dei contenuti di conseguenza. Il dato della simulazione è relativo ai click univoci sul link (se clicco su 3 link diversi sarò contato una volta per link). E’ possibile inoltre salvare la mappa link come immagine e/o passare ad una visualizzazione a punti.

clab_controlla_mappalink

Figura 24: riepilogo statistiche sui click dei link della spedizione

Dopo la scheda “Mappa link” abbiamo il “Grafico link” (figura 25). Il grafico è dinamico: può essere modificato per mostrare solo i dati che interessano, agendo sui menù a tendina sopra il grafico e poi cliccando sul pulsante “mostra”.

clab_ctrl-click_grafico_link

Figura 25

Vediamo come leggere e utilizzare i risultati del grafico.

1.Mostra

Click unici: ogni utente che clicca almeno un link viene considerato una sola volta (anche se clicca 10 link, verrà contato come 1).
Click ripetuti: vengono conteggiati tutti i singoli click (quindi anche quando un utente clicca più volte uno stesso link).
  1. Per
Dato totale di riepilogo:prende in considerazioni tutti i link presenti nella spedizione.
Singolo link: permette di scegliere tra i vari link presenti (cfr. fig. 13), ognuno identificato da un ID numerico.
  1. Tipo
Puntuale: è il dato relativo al momento temporale che si sceglie (ad esempio un singolo giorno).
Cumulativo: è il dato cumulato dal momento della spedizione fino ad oggi, tenendo conto quindi dei click fatti in quel periodo.
  1. Periodo: consente di scegliere il periodo che si vuole monitorare (12 ore, 1 giorno, 1 settimana, ecc…)
  2. Dimensioni: permette la scelta delle dimensioni in pixel del grafico.

Oltre al grafico, cliccando su “dati origine” si possono visualizzare i dati numerici dei click, ordinati in una tabella.

La scheda “Tabella link” visualizza i link presenti nel messaggio (fig. 23). Accanto all’ID e alla descrizione del link, troviamo la categoria a cui è associato (cfr. “Configura–>Categorie”); cliccando sull’apposito menù a tendina è possibile cambiare la categoria associata. Per modificare o creare nuove categorie, bisogna andare nella sezione “Configura > Categorie”. Associando nuove categorie, i click precedentemente registrati non andranno persi: saranno semplicemente suddivisi in nuove categorie.

clab_ctrl-click_tabella_linkFigura 23

Alla destra delle categorie, i dati degli utenti e del numero dei click. Il dato “Utenti” è relativo ai click univoci sul link (se clicco su 3 link diversi sarò contato una volta per link). In “Modifica link è possibile modificare le URL di destinazione dei link tracciati presenti in una email. Nelle varie sottosezioni sarà possibile analizzare i dati di: Visualizzazione della versione on-line, segnalazioni ad un amico, cancellazioni, aggioramento del profilo e feedbackloop

Nella “Tabella categorie” ci sono le statistiche relative alle categorie di link, per vedere quale categoria in percentuale ha avuto il maggior numero di click.Le statistiche per categoria sono divise in 3 grafici a torta (fig. 24):

clab_ctrl-click_tabella_categorie

Figura 24: dati statistici relativi alle categorie di link

Il primo grafico in alto a sinistra, “Click totali” indica la percentuale di click totali (quindi compresi anche i click ripetuti) per ogni categoria. Il secondo, “Click unici” indica la percentuale di click unici (quindi senza contare i click successivi al primo) per ogni categoria. L’ultimo grafico, “Distribuzione link su categorie” indica la ripartizione dei link nelle varie categorie (quanti link, in percentuale, ci sono nelle diverse categorie).

La “Tabella utenti” elenca gli utenti che hanno cliccato, specificando dopo quanto tempo l’hanno fatto.

In “Distribuzione geografica” i click vengono suddivisi per Paese. Questo dato è univoco per IP, per cui se l’ip è lo stesso e gli utenti diversi viene tracciata una sola azione.

clab-ctrl_archivio_11

Figura 25

Passando il mouse sopra un Paese del planisfero, un messaggio mostrerà il numero di click registrati e la relativa percentuale sul totale. Sotto, una tabella riporta l’elenco dei Paesi con i relativi dati.

Inbox Placement

Grazie a Return Path, leader mondiale nell’email intelligence, Contactsend fornisce stime del tasso di inbox placement. Attraverso un sistema di caselle civetta gestite da Return Path e comprendenti caselle su provider di posta elettronica di tutto il mondo, vengono visualizzati su alcune spedizioni selezionate automaticamente, degli indicatori.

Le spedizioni su cui gli indicatori sono stati generati, avranno un piccolo logo che le identifica.

Già espandendole nell’elenco di Archivio Spedizioni, si avranno degli indicatori di inbox placement, oltre alle normali metriche (consegne, aperture e così via) della spedizione reale.

All’interno della spedizione, invece, questi dati saranno presenti nella scheda “inbox placement”. Gli indicatori sono: – Inbox: indica il tasso di messaggi correttamente consegnati nella inbox (posta in arrivo) – Spam: indica i messaggi messi nella cartella spam (posta indesiderata) – Missing: indica i messaggi che non sono stati trovati né in inbox né in spambox in alcuni casi potrà essere presente anche una voce “Issues” che indica la presenza di problematiche specifiche (ad esempio su record MX o chiave DKIM).

Nella stessa scheda, i medesimi indicatori vengono anche mostrati relativamente a quattro soli fornitori di posta: Gmail, Microsoft, Yahoo, Libero.it

Drill Down Abilitando i campi filtro nella configurazione del Data Base (cfr. “Configura–>DB utenti”), sarà ora possibile generare dei grafici in modo da capire il profilo dell’utente più reattivo. Le informazioni sono fornite per tutti gli eventi principali e sono disponibili anche a livello percentuale. Sono disponibili sia una visualizzazione tabellare (fig. 26) che graifca (fig. 27).

clab_ctrl-drilldown_tabella

Figura 26

clab_ctrl-drilldown_grafico

Figura 27

Radar Inserendo un indirizzo email appartenente a un utente che ha ricevuto il gruppo, verranno visualizzate le statistiche relative a quell’utente: se la spedizione gli è stata correttamente recapitata, se l’ha aperta, quante volte e da quali indirizzi IP/Paese, su quali link ha cliccato all’interno delil gruppo.

Confronta Qui è possibile confrontare la spedizione corrente con un’altra, selezionata dall’elenco di tutte le spedizioni inviate (fig. 28).

clab_ctrl-confronta_spedizioni

Figura 28

I due grafici confrontano la spedizione corrente con quella prescelta, sotto il profilo delle aperture uniche e dei click unici. I valori mostrati nei grafici sono anche elencati in tabelle, accessibili da “Valori assoluti”, “% sulle mail spedite” e “% sulle mail consegnate”. E’ inoltre possibile confrontare i template delle 2 spedizioni e le liste di invio.

Viral Questa scheda permette di verificare eventuali comportamenti anomali nelle email inviate, come aperture da indirizzi IP diversi, numero di aperture anomale, numero di click anomali.

Geo In questa scheda è indicata la ripartizione per Paese delle email inviate, su una mappa del Mondo e in una tabella (similmente alla scheda “Links > Distribuzione geografica”, vedi sopra).

Analytics In questa scheda se presente è analizzato il ritorno della campagna sul proprio sito. Si ha già un’anteprima dei dati nel sommario della spedizione (fig. 29)

clab_ctrl_reports_roi_01

Figura 29

Nella scheda analytics abbiamo i dettagli relativi alle variabili impostate nel javascripts e raccolte dal sistema di Roi di ContactLab, sia a livello numerico che a livello di grafici (fig. 30)

clab_ctrl_reports_roi_02

Figura 30

Nella tabella delle conversioni si potranno analizzare i dati di comportamento sul vostro sito dei singoli utenti, in base alle variabili impostate (fig. 31)

clab_ctrl_reports_roi_03

Figura 31

In Tabella visite si possono analizzare i tempi di visita degli utenti sulle singole pagine (fig. 32)

clab_ctrl_reports_roi_04

Figura 32

L’ultima scheda prevede il dettaglio dei click della spedizione, relativi all’analisi del sito con il javascript del ROI. clab_ctrl_reports_roi_05

Figura 33

Reports Qui sono raccolti tutti i report relativi alle varie schede: Sommario, Elenco delle email inviate, Elenco delle email correttamente consegnate, Elenco delle email non consegnate e così via, in modo che chi desidera scaricare uno o più report può farlo senza entrare nella specifica scheda, ma semplicemente scegliendolo dall’elenco. Inoltre, su richiesta, possono essere resi disponibili dei resoconti più avanzati: analisi comportamentale e i report dati estesi. Queste due tipologie analisi sono descritte nei prossimi paragrafi.

L’elenco (fig. 34) è completo di descrizione che spiega il tipo di analisi contenuta in ogni report.

pageb_ctrl_reports

Figura 34

Una legenda dei campi del report:

cl_status: status dell’invio,ovvero:

1 > Consegnata<br>
‐1 > Bounce<br>
‐2 > Errore<br>
‐3 > Blacklist definitiva<br>
‐4 > Spedizione interrotta<br>
‐5 > Blacklist temporanea<br><br>

**cl_received** = mail ricevuta<br><br>
**cl_bounced** = mail classificata come bounce (non consegnata)<br><br>
**cl_blacklisted** = mail in blacklist<br><br>
**cl_cancelled** = in caso di spedizione interrotta<br><br>
**cl_error** = mail errata (indirizzo email scritto male)<br><br>
**cl_view** = mail aperta<br><br>
**cl_view_mobile** = mail aperta da dispositivo mobile<br><br>
**cl_click_u** = click unici<br><br>
**cl_click_t** = click totali<br><br>
**DELIVERY_DATE**<br><br>
**__cls1** = campo per l’iscrizione. Gli iscritti hanno in questo campo valore=1, i disiscritti =‐1<br><br>
**__cl_last_view** = indica l’ultima apertura dell’email<br><br>
**__cl_last_click** = indica l’ultimo click sull’email<br><br>
In generale, nelle colonne il valore 0 indica NO e il valore 1 indica Sì.<br>


Analisi comportamentale

Questo report consente di avere i dati relativi a: consegna, aperture, click sui link divisi per profilo utente. Il profilo utente viene defininito in base ai “campi filtro” impostati sul database (cfr. “Configura–>DB utenti”).

Prendiamo l’esempio di una Casa automobilistica che abbia nel suo database i campi:

  • VEICOLO
  • ALIMENTAZIONE
  • CARROZZERIA

impostati come campi filtro. Il report di analisi comportamentale sarà un documento Excel diviso in quattro fogli: il primo sarà il Sommario, gli altri sono dedicati ognuno ad un campo filtro. Nella figura ci concentriamo sul foglio relativo al campo CARROZZERIA.

pageb_ctrl_nanonano-1

Figura 35

Nella figura vediamo che le analisi relative all’invio, alle aperture e ai click sui link sono qui riferite al campo ALIMENTAZIONE.

Quindi è possibile vedere, ad esempio, quale percentuale di utenti che possiedono un veicolo a GPL ha ricevuto la mail, quanti hanno aperto la mail, quanti hanno cliccato ecc… Oppure: quanti utenti che possiedono un veicolo a benzina hanno ricevuto la mail, quanti hanno aperto la mail, quanti hanno cliccato ecc…

ATTENZIONE! L’analisi comportamentale è valida solo se il database associato al gruppo è ancora lo stesso di quando è stata fatta la spedizione. Se invece la spedizione è stata fatta utilizzando un db, e poi al gruppo è stato successivamente associato un altro db, è inutile scaricare questo report. Questo perchè l’elenco degli utenti registrato nelle statistiche non corrisponderebbe più agli utenti presenti nel database e di conseguenza i campi visibili verrebbero associati all’utente sbagliato.

Download dati estesi Questa serie di report permette di associare all’elenco delle email desiderate, anche dei campi aggiuntivi (i campi impostati come visibili)

Sarà cioè possibile scaricare l’elenco degli utenti che hanno compiuto l’azione (cioè che non hanno ricevuto la mail, che hanno aperto la mail oppure che hanno cliccato sui link) in modalità “estesa”. L’estrazione in modalità estesa conterrà, oltre alle email degli utenti, anche gli altri campi visibili: ad es. i campi Nome, Cognome, Ragione_Sociale ecc…

Per campi visibili si intendono i campi resi visibili dal pannello di controllo del database, nella scheda “Configurazione > Gestione campi”. Quando si richiede un’estrazione estesa, il sistema associerà ad ogni utente i campi che in quel momento sono “campi visibili” nel database.

ATTENZIONE! L’estrazione estesa è valida solo se il database associato al gruppo è ancora lo stesso di quando è stata fatta la spedizione. Se invece la spedizione è stata fatta utilizzando un db, e poi al gruppo è stato successivamente associato un altro db, è inutile fare l’estrazione estesa. Questo perchè l’elenco degli utenti registrato nelle statistiche non corrisponderebbe più agli utenti presenti nel database e di conseguenza i campi visibili verrebbero associati all’utente sbagliato.

 

Test di visualizzazione: qui sono visualizzabili, per le sole spedizioni di test, le anteprime generate con il sistema di anteprima visualizzazione in essere fino al 31 dicembre 2017.

 

Elimina Qui si può effettuare la cancellazione completa dell’archivio di questa spedizione. Ovviamente una volta cancellata la spedizione dall’archivio non sarà più possibile recuperare e controllare le statistiche relative.

Statistiche Push I risultati derivati dall’invio di una spedizione push sono visibile, come per gli altri medium, nella sezione “Controlla -> Archivio spedizioni”.

clab_controlla_archiviospedizionipush

Figura 36

Le statistiche sono ridotte rispetto alle email in quanto abbiamo solo i dettagli di invio, apertura e click.

Statistiche SMS

Sommario

Questa scheda mostra il riepilogo della spedizione, gli sms che sono stati inviati e le principali cause di mancata consegna. clab-controlla_archivio_sms

Figura 37

Nel grafico vengono visualizzati quanti sms sono stati spediti, quanti consegnati alla rete (messaggi instradati senza errori), quanti al terminale mobile (messaggi accettati dai vari operatori di telefonia mobile), gli sms non consegnati (bounce) e gli eventuali errori. Nel grafico a lato le principali cause di mancata consegna.

Invii

Questa scheda mostra il dettaglio dei messaggi inviati, ovvero sms spediti, consegnati, non consegnati ed errori. In ogni singola scheda è possibile scaricare il report dettagliato.

Radar

Cercando un determinato numero di telefono, il sistema visualizzerà le statistiche relative a quell’utente: se il messaggio risulta correttamente recapitato e se risulta la consegna al terminale.

Confronta

Consente di confrontare la spedizione corrente con una spedizione precedente all’interno dello stesso gruppo sms.

Reports

Qui sono raccolti tutti i report relativi alle varie schede, in questo modo sarà più semplice ed immediato scaricare i report di interesse, senza la necessità di entrare nella specifica scheda.

Elimina

Qui si può effettuare la cancellazione completa dell’archivio di questa spedizione. Ovviamente una volta cancellata la spedizione dall’archivio **non sarà più possibile recuperare e controllare le statistiche relative.